Morso da un cane, portato in ospedale: muore bimbo di soli otto mesi

Il piccolo è stato morso in casa dall'animale di famiglia, intorno alle 19,30 di questa sera. Corsa in ospedale, al "Cardinale Panico" di Tricase, ma, purtroppo, inutile. Accertamenti dei carabinieri

TRICASE – In ospedale, Cristian, otto mesi appena, c’è arrivato ancora vivo, trasportato in auto da mamma e nonna. Ma le ferite provocate alla testa dal morso di un cane corso erano davvero troppo profonde. I medici hanno potuto fare ben poco per strapparlo a un amaro destino. Intorno alle 21, il piccolo ha smesso di respirare.

Non solo Tricase, dove tutto s’è consumato, ma l’intero Salento è rimasto scosso da una tragedia avvenuta alla vigilia di una Pasqua già in tono dimesso, per via dell’emergenza Covid-19. Tutto in un attimo, un solo attimo. Ma tanto è bastato perché quel cane, forse solo mosso da un impeto di gioco, aggredisse il piccolo alla testa.

La tragedia nel giardino di una seconda casa

Il fatto è avvenuto attorno alle 19,30 di ieri sera alla periferia di Tricase. La mamma, 31enne, e la nonna del piccolo, si erano recate in una seconda casa in costruzione, per dare da mangiare a due cani. Il corso, appunto, e un altro di piccola taglia. Erano in giardino, dunque, e, stando a quanto successivamente ricostruito dai carabinieri della compagnia, coordinati dal capitano Alessandro Riglietti, mamma e figlio stavano giocando. Per un momento, però, la donna sarebbe stata costretta a lasciare il bimbo a terra. E a quel punto, si è avvicinato il cane. Forse voleva giocare anche lui. Ma ha azzannato il bimbo alla testa con la sua pesante mandibola.

Devono essere stati momenti drammatici, di puro terrore. Le due donne hanno subito recuperato il bimbo e si sono infilate in auto. Direzione, pronto soccorso dell’ospedale “Cardinale Panico”. Avranno valutato che fosse il modo più rapido, senza attendere eventuali soccorsi del 118. Non c’era un solo istante da perdere. Il padre, 40enne, un istruttore di palestra molto noto nella zona (la coppia, sebbene residente a Torre Pali, marina di Salve, di fatto abita a Tricase), è stato avvisato in quel momento e s’è precipitato anche lui in ospedale. Per avere, purtroppo, l’amara notizia.

Le valutazioni ora in mano alla Procura

I carabinieri sono stati avvisati dei fatti dall’ospedale stesso, circa  mezzora dopo il decesso. E si sono subito attivati per un accurato sopralluogo e una ricostruzione della dinamica. Un lavoro lungo e accurato, durato fino alle 3 di notte. Sono stati svolti rilievi fotografici, ascoltato gli interessati, ed è stato avvisato il pubblico ministero di turno, Alberto Santacatterina. Ora, tutto è in mano alla Procura, per le valutazioni del caso. Al momento, non vi sono iscrizioni nel registro degli indagati. Il cane, intanto, è stato sequestrato. Il personale veterinario dell’Asl di Maglie l’ha affidato a un canile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Parte un colpo mentre pulisce l’arma: ferita la fidanzata, indagato 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento