menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz dei carabinieri, scoperte 18 dosi della "droga dello stupro". In manette

Due arresti per droga da parte della compagnia di Campi Salentina. Sequestrati marijuana, hashish, cocaina e la micidiale Ghb, dagli effetti molto pericolosi

LECCE – Vasta operazione anti droga questa mattina da parte dei carabinieri della compagnia di Campi Salentina in collaborazione con un’unità specializzata per la ricerca di droga del nucleo carabinieri cinofili di Modugno (Bari), che portato all’arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti di due persone, assistite dall’avvocato Francesco Tobia Caputo.

In manette è finito Andrea Giannone, 42enne del luogo incensurato. Nella sua abitazione i militari hanno trovato 52 grammi di marijuana, 56 di hashish, uno e mezzo di cocaina e due trita erba, tutto sottoposto sequestro. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trasferito presso la casa circondariale di lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il secondo arrestato, sempre in flagranza del reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti, Lorenzo Cantoro, 24enne del luogo già noto alle forze di polizia. In questo i carabinieri hanno sequestrato 53 grammi di cocaina, 53 di hashish e 8 e mezzo ella droga sintetica “dello stupro” suddivisa in 18 dosi, due bilancini, materiale per il confezionamento e la somma contante di 600 euro, tutto sottoposto sequestro. Anche per lui si sono aperte le porte del carcere-

Singolare il rinvenimento dello stupefacente denominato Ghb, comunemente conosciuta come “droga dello stupro”. Lo stupefacente è una sostanza psicoattiva di produzione sintetica che, in abbinamento con sostanze alcoliche, determina sulla vittima uno stato di sedazione fino a portare alla perdita dei sensi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento