Cronaca

Blitz in un garage, scovata l'Audi delle "spaccate" più audaci

Un brindisino arrestato. L'auto ha una lunga storia. Rapinata durante il trasporto a Nardò, usata per furti, fra cui anche a Maglie e forse pure Arnesano e Lecce

BRINDISI – Lui, l’arrestato, quasi assume una posizione di secondo piano rispetto alla vera protagonista di questo breve romanzo criminale: l’Audi RS3 che i carabinieri di Brindisi hanno scovato in un garage in contrada Villanova. Perché quell’auto sportiva, potente, veloce, quasi inafferrabile, ha probabilmente alle spalle una lunga storia di scorribande fra due province, di quelle che più hanno segnato la cronaca nera negli ultimi periodi.

Molto giovane il soggetto che l’aveva a disposizione. Alessandro Argento, brindisino 25enne, risponde “solo” di riciclaggio di autovettura. Per ora. Perché non ci sono elementi sufficienti al momento, a parte un naturale sospetto, che possa aver preso materialmente parte a furti e rapine e che, quindi, sia elemento di un sodalizio più ampio. Ma è chiaro che le indagini, le quali coinvolgono a questo punto un numero non indifferente di forze dell’ordine, andranno avanti, anche per cercare di arrivare a ricostruire l’intero mosaico.

Di certo, Argento nascondeva nel suo garage quell’Audi, frutto di una rapina avvenuta in estate. E il bello è che a bordo c’era ancora una macchinetta cambia soldi. Era nel bagagliaio ed era stata sottratta la notte precedente, nel bar e sala giochi Game Slot Cavour di Maglie. Sempre nel bagagliaio, anche alcuni arnesi da scasso.

L’operazione è stata portata a termine dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia brindisina, che devono aver avuto qualche buona indicazione per andare a rovistare proprio in quel garage. Di certo, l’inchiesta è solo all’inizio.

Presentazione standard3-2Le province di Brindisi e Lecce, come spesso avvenuto anche in altre circostanze, in questa storia si sono incrociate a quanto pare più e più volte. Il furto di Maglie è solo uno dei casi. L’auto stessa, rapinata a Mesagne il 20 giugno scorso, si trovava quel giorno caricata a bordo di una bisarca in transito verso il circuito automobilistico di Nardò.

L’autotrasportatore bulgaro, che proveniva dalla Germania, fu bloccato da una banda che, presumibilmente, l’aveva pedinato per chilometri. In territorio di Mesagne, fu costretto a fermarsi. Minacciato con pistole e mazze da baseball, dovette cedere tutto. E si aprì un’indagine del commissariato di polizia locale.  

L’Audi RS3, come si è potuto appurare, in origine aveva targa tedesca e, sarebbe stata utilizzata per commettere tutta una serie di “spaccate” nelle province di Lecce e Brindisi. Sul mezzo c’era una targa posteriore italiana, appartenente a una Fiat Punto, smarrita dal legittimo proprietario.

ARGENTO Alessandro, classe 1991-2L’Audi, secondo i carabinieri brindisini, dovrebbe essere oltretutto la stessa impiegata in più recenti episodi. Fortemente indiziati sono, fra gli altri, i casi risalenti alla notte fra il 21 e il 22 novembre scorso, quando sono stati messi a segno due colpi in rapida successione. Uno ad Arnesano, al bar “Porta Rande”. Materialmente, l’ingresso è stato abbattuto con un fuoristrada, ma, stando alle indicazioni di un vigilante, poco prima era stata notata un’Audi scura (più genericamente indicata allora come modello A3) muoversi in zona a forte velocità, senza targa. Quindi, si può supporre, l’auto usata per l’arrivo e la fuga.

Di certo, nelle stesse ore, un’Audi è stata inseguita dalle volanti di polizia, dopo un colpo all’oreficeria “Musardo” di Lecce, quasi a ridosso di piazza Sant’Oronzo. Una vicenda che ha riservato anche un giallo. Arrivati sul posto gli agenti a furto in corso, dopo essersi visto uno di loro puntare un’arma addosso, ha esploso un colpo d’arma a scopo intimidatorio. E, circostanza singolare, qualche ora dopo, al “Perrino” di Brindisi, s’è presentato un 19enne, con una ferita di striscio a una gamba dovuta a un colpo d’arma da fuoco. Vicenda sulla quale, bocca cucita, è rimasto il mistero. Ma, chissà, ora a "parlare" potrebbe essere proprio l'automobile sportiva. La caccia alle tracce a bordo è iniziata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz in un garage, scovata l'Audi delle "spaccate" più audaci

LeccePrima è in caricamento