Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Blitz nel capannone: trovati motori entrobordo e altre merce rubata per 560mila euro

Gli agenti di polizia del commissariato di Nardò hanno incastrato quattro persone, indagate a vario titolo per ricettazione e falso ideologico, fra cui un consulente del lavoro e un titolare di agenzia di pratice. Gli oggetti più cari erano stati rubati da un cantiere nautico di Lucca nel 2012

NARDO’ – Dalla Toscana al Salento. Valore della merce: 180mila euro. Peccato che fosse rubata. E che l’acquirente, altri non fosse che un agente di polizia sotto copertura. E’ in questo modo che sono stati recuperati due motori marini entrobordo, nuovi di zecca. Erano spariti fin dal 2012 da un cantiere navale della provincia di Lucca. E ora in quattro sono indagati.

Nei guai sono finiti: un 53enne di Copertino, consulente del lavoro, noto peraltro per indagini pendenti in corso per altri casi, e la moglie, con ruolo nella gestione di un sito Web e nei contatti telefonici; un 53enne di Sannicola, proprietario di un capannone sulla Galatone-Gallipoli; un 47enne di Lecce, titolare di un’agenzia di pratiche automobilistiche e nautiche con sede a Gagliano del Capo. Quest’ultimo aveva denunciato ai carabinieri della stazione di Santa Rosa lo smarrimento dei documenti di proprietà dei motori riuscendo a ottenerne i duplicati. Ora risponde di falso ideologico. I primi tre, invece, sono stati denunciati per ricettazione.  

Una vicenda articolata, per un’inchiesta portata avanti dal commissariato di polizia di Nardò nel giro di una settimana, anche se la denuncia originale, che risale a tre anni addietro esatti (il fatto avvenne in un luglio) era stata depositata davanti alla guardia di finanza di Lucca dal titolare dei cantieri, un imprenditore 63enne.

E ci sono molti aspetti ancora da vagliare. Di sicuro, ci devono essere stati nel tempo diversi passaggi di mano, prima che dall’Italia centrale i motori arrivassero nel Tacco. Gli investigatori diretti dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì, sono dunque riusciti a subodorare che potessero essere nella loro zona. E dopo una serie di ricerche, hanno individuato un capannone sulla Galatone-Gallipoli. Pur quasi certi di ritrovare lì la refurtiva, hanno pensato bene di non limitarsi a fare irruzione e riprenderla, ma di portare avanti un’indagine più articolata per svelare più dettagli possibili ed eventuali complicità.

Così, hanno analizzato vari siti Internet specializzati nella vendita di materiale per la nautica e accessori, fin quando l’attenzione non è stata attirata da un annuncio per la vendita di due motori entrobordo da 370 cavalli vapore ognuno. Era ancora imballati e il prezzo, veramente accessibile: 36mila euro. Ma nel pubblicare la foto sul sito si è ecceduto nei dettagli. I poliziotti hanno letto chiaramente anche il numero di matricola di entrambi. La prova provata che si trattassero di quelli ricercati a Lucca.

Così un agente è entrato in contatto telefonico con il venditore, il 53enne copertinese, spacciandosi per un potenziale acquirente. I tentativi sono stati vari. Il venditore ha anche cercato di conoscere l’identità del compratore, fissando vari appuntamenti ai quali non si è presentato adducendo pretesti. Diffidenti, dunque, i ricettatori, ma alla fine sono comunque caduti nel tranello.

Dopo qualche giorno, ritenendosi ormai al sicuro, il 53enne ha concesso l’appuntamento decisivo alle ore 10 di mattina per concludere l’affare, promettendo ulteriori sconti sul prezzo. Giunto sul posto insieme al poliziotto che lo aveva contattato, s’è però trovato circondato da tre pattuglie del commissariato neretino.

Gli agenti, dopo, hanno fatto ingresso nel capannone, sequestrando i due motori marini, ma anche ventiquattro voluminosi inverter da campo fotovoltaico, nuovi, alcuni ancora imballati, del valore di 16mila euro ciascuno, una macchina fotocopiatrice professionale e materiale vario di cancelleria. Almeno parte cella merce potrebbe essere stata ricettata. E le indagini quindi proseguono. Bisogna accertare da dove provengano gli altri oggetti ritrovati. Gli sviluppi si presentano interessanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz nel capannone: trovati motori entrobordo e altre merce rubata per 560mila euro

LeccePrima è in caricamento