rotate-mobile
Cronaca Zollino

Bloccati dal vigile dopo il furto in un’abitazione, due condanne

Il giudice Rizzo ha inflitto tre anni ai due uomini accusati del colpo in casa di un’anziana a Zollino. Riuscirono a scappare, senza refurtiva, ma cinque mesi dopo furono raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere

ZOLLINO - E’ di tre anni, più mille euro di multa, la pena inflitta a Fabio Martucci, di 55 anni, e al coetaneo Paolo Olimpio, di Zollino, accusati di aver rubato gioielli e contanti per 2.700 euro nell’abitazione di un’anziana compaesana, il 16 ottobre del 2018. Il verdetto è stata emesso oggi dal giudice Marcello Rizzo, al termine del processo discusso col rito abbreviato, nel quale gli imputati erano difesi dagli avvocati Umberto Leo e Pantaleo Cannoletta. La pubblica accusa aveva invocato quattro anni e mezzo per Martucci e tre anni e quattro mesi per Olimpio.

Le motivazioni del dispositivo, che contempla anche l’interdizione dai pubblici uffici, per cinque anni saranno depositate entro trenta giorni.

L’arresto risale al 29 marzo scorso, quando i carabinieri di Soleto, assieme ai colleghi del Nucleo operativo delle compagnie di Maglie e Lecce eseguirono un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Subito dopo il colpo, durante la fuga un vigile urbano insospettito tentò di fermarli; riuscì a bloccare solo uno di loro (poi identificato in Martucci) che, nella colluttazione, riuscì a divincolarsi sfilandosi il giubbino e a scappare, lasciando il borsone con la refurtiva. Per questo, il reato contestato nel processo non era furto, ma rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati dal vigile dopo il furto in un’abitazione, due condanne

LeccePrima è in caricamento