Bloccato sul'A14 con un carico di cocaina per 100mila euro nascosta in un vano

Nei guai un 51enne di Morciano di Leuca, fermato dai finanzieri della compagnia di Pescara dopo un breve inseguimento all'altezza del casello di Francavilla al Mare. La sostanza stupefaente celata in un'intercapedine e scovata solo grazie al fiuto del cane antidroga

FRANCAVILLA AL MARE (Chieti) – Un insospettabile commerciante originario di Tricase è stato fermato con un carico di cocaina mentre si trovava in transito con la sua autovettura lungo l’autostrada A14. Thomas Pizzolante, 51enne di Morciano di Leuca, è stato bloccato grazie al fiuto del cane antidroga “Vagol”. La droga sarebbe probabilmente sfuggita al controllo, perché ben custodita in un doppiofondo sigillato.

Il fatto è avvenuto nella notte di venerdì 10, ma è stato comunicato solo nelle scorse ore. Una pattuglia delle “fiamme gialle” di Pescara, dopo aver seguito l’auto dell’uomo, che spiccava per una targa straniera, un’ammaccatura piuttosto appariscente e la particolare velocità con cui procedeva, l’ha bloccata, nei pressi del casello autostradale di Francavilla al Mare (quindi esattamente al confine con la provincia di Chieti).

3439_DSC_7195-2Di fronte ai militari avrebbe manifestato un crescente nervosismo. Le risposte vaghe hanno indotto i finanzieri ad approfondire il controllo che inizialmente non ha portato a scoprire nulla di particolare. Ma i finanzieri non hanno lasciato nulla al caso ed hanno quindi richiesto che fosse condotto in loco il pastore tedesco con il suo infallibile fiuto. E i segnali sono stati inequivocabili.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ispezione è diventata a quel punto molto più approfondita. S’è quindi scoperto che il pianale dell’auto era stato modificato e sotto i sedili era stata ricavata un’intercapedine d’acciaio, perfettamente sigillata. Un vero e proprio doppiofondo. All’interno c’era un panetto avvolto in nastro gommato. Dentro, cocaina purissima per mille e 50 grammi, per un valore di almeno 100mila euro. Il 51enne è stato arrestato per traffico di stupefacenti e rinchiuso nel carcere “San  Donato” di Pescara. L’arresto è stato convalidato dal gip e l’uomo rimarrà quindi in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento