Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Otranto

Bluesteady Triptik al Moonlight, suoni per l'estate

Sotto le stele magiche di Otranto un mix di musica da gustare il prossimo 19 luglio: il progetto che unisce i talenti di Irhu, Gsq e Boonbooze, e poi il reggae di Ema Ghema e i suoni di Josta

211096_250050081687884_5589868_n

OTRANTO - Musica e party sotto le stelle magiche del cielo di Otranto, dentro lo straordinario scenario del Moonlight (Tenuta Torre Pinta), che, ogni martedì, si colora di suoni nuovi e di energia. Il 19 sarà il turno di Bluesteady Triptik and Friends, con ospiti Ena Ghema & Josta. Bluesteady Triptik è un progetto nato dall'unione di Irhu, Gsq e Bonbooze che, a distanza di dodici anni dalle prime esperienze insieme come breakers, writers, mcs nella crew Ws (Wild Soldierz) decidono nel 2009 di sperimentarsi anche nel beatmaking accomunati dalla grande passione nel collezionare vinili e ascoltare ogni genere musicale.

Nel 2010 producono il primo lavoro "Awake Beats vol. 1", un album con 17 strumentali che spaziano tra classic hip hop, beats minimali, tribali, o sonorità semplicemente evocative, naif, allucinate. Il tutto realizzato tramite il campionamento analogico di vinili, utilizzando Akai Mpc e Micro Korg. Il disco si può scaricare gratuitamente (https://www.mediafire.com/?q9s480c44zrn6vh ). Attualmente sono impegnati nella realizzazione di vari progetti, tra cui Awake beats vol. 2. Nei loro djset propongono sonorità Funk, Soul, Rare grooves, Hip Hop, alternati a interventi rappati.

Ena Ghema è il frutto della passione di un gruppo di amici per la cultura e la musica reggae, che ha spinto Leandro "'Mpana" e Tremula a formare questa crew allargatasi da poco con l'arrivo di Plata. Ena Ghema prende il nome dal Griko (antico dialetto della Grecìa Salentina) che significa un sangue (cioè unione di stili diversi e culture molteplici nella voce unica della fratellanza). Dal 2005 è presente sulla scena reggae salentina con impegno e serietà, collaborando con promoter locali che credono in questo sound.

Le selezioni spaziano tra i diversi stili che la contaminazione reggae ha introdotto nel salento (partendo dal roots passando al raggamuffin arrivando alle più moderne sonorità ragga e hardcore); nelle sue liriche, la crew lancia messaggi multilungue che spaziano tra il dialetto salentino,l'italiano e il griko (proprio per un tentativo di tenere vivo il legame con la storia della propria terra). Ena Ghema attualmente collabora attivamente con il veterano dj War che spesso vuole la crew al suo fianco durante le sue dance hall; mentre per quanto riguarda il lavoro in studio Lu Tremula e Leandro "'Mpana" hanno prodotto, con l'aiuto di Segnaledigitale&Warsound, due tracce infuocate per il Warsignals Vol 2, "Comu na fiata" e "Tra giustizia ed onestà".

Josta nasce nel 1966: inizia come breaker nel 1983 nella ottima scuola del Regio (Torino). Breaker-Mc, dj, polistrumentista, programmatore, ha militato nelle seguenti crew: T.H.C. (originalTorinoCricca), FrancoFanchi, Arti d'arti, Fiacche Cumpagnie, Ganasana, Menhir, NextLevel, Needle Vandalz, Randazz, Regio crew. L'ingresso è libero, con inizio alle 22, in via delle Memorie. info: moonlightpool@virgilio.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bluesteady Triptik al Moonlight, suoni per l'estate

LeccePrima è in caricamento