rotate-mobile
Cronaca

Boc, Corte dei Conti riduce a 25mila euro condanna per De Leo e Naccarelli

La tesi della difesa del Naccarelli, assistito dall’avvocato Antonio Malerba, è stata accolta, e la pena è stata ridotta

LECCE – La Corte dei Conti ha ridotto a 25mila euro la condanna nei confronti di Giuseppe Naccarelli ed Ennio De Leo, in merito al danno d’immagine procurato al Comune di Lecce nella lunga e complessa vicenda giudiziaria sugli illeciti relativi all’erogazione degli incentivi nell’ambito della sottoscrizione dei Boc (Buoni obbligazionari comunali, aggiudicati nel 2005 dal gruppo Deutsche Bank per 105 milioni di euro). La tesi della difesa del Naccarelli, assistito dall’avvocato Antonio Malerba, è stata accolta, e da 352mila e 263 euro la pena è stata ridotta a 25mila euro per ciascuno degli imputati. I giudici hanno ridotto l’importo del danno nonostante la pena ormai definitiva del processo, con una condanna a 4 anni e mezzo per Naccarelli, e 4 anni e tre mesi per De Leo (assistito dall’avvocato Pietro Nicolardi).

“E’ stata una battaglia di civiltà giuridica – commenta l’avvocato Malerba – poiché l’accanimento per i fatti relativi a retribuzioni non dovute dal Comune di Lecce nei confronti del mio assistito non trova precedenti, se non in una visione giustizialista che gradatamente sta venendo meno. La Corte dei Conti ha ritenuto che il clamor fori tanto sostenuto dalla Procura non ha potuto che incidere limitatamente, tanto che il danno di immagine è stato valutato equitativamente riducendolo rispetto alle richieste della Procura a 25mila euro per Naccarelli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boc, Corte dei Conti riduce a 25mila euro condanna per De Leo e Naccarelli

LeccePrima è in caricamento