Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Bocconi avvelenati: attenzione alla zona "rossa"

Bocconi avvelenati nell'area boschiva compresa tra Campo Verde e l'aeroporto Lecce-Lepore, soprannominata tenuta faunistica venatoria "Le Filare". Lì sono morti quattro cani

randagi

"Il sospetto è che la zona sia stata disseminata, volutamente, di bocconi avvelenati contro ratti, donnole o altro è forte". La segnalazione giunge da un nostro lettore: lo scorso 20 febbraio è venuto a conoscenza che il proprietario di quattro cani era stato costretto ad assistere alla morte per avvelenamento dei suoi animali mentre passeggiava nella vasta area boschiva compresa tra Campo Verde e l'aeroporto Lecce-Lepore, soprannominata tenuta faunistica venatoria "Le Filare", dove si accede liberamente da svariati punti della strada Lecce-San Cataldo.

In particolare la zona dove i cani hanno mangiato bocconcini avvelenati è quella a ridosso del chilometro numero 9 sempre sulla Lecce / S.Cataldo, e precisamente da via Camaiore e via Brin, vicino la pista ciclabile, praticamente a ridosso delle abitazioni, dove spesso si intravedono bambini giocare.

Il malcapitato ad un certo punto si è accorto che i cani masticavano qualcosa che assomigliava molto ad un boccone preparato ma suo malgrado non è riuscito in tempo a togliere loro dalla bocca quel che stavano mangiando. "Al di là della tragedia che mi ha colpito personalmente per la morte dei cani - aveva segnalato lo sfortunato proprietario dei cani - voglio denunciare lo stato di pericolo, "ancora esistente ", che qualcuno ha avuto interesse a creare per fini a me sconosciuti, arrecando inoltre grave danno all'ambiente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocconi avvelenati: attenzione alla zona "rossa"

LeccePrima è in caricamento