Bollette dell'acqua gonfiate indebitamente. Ora Aqp deve risarcire i condomini

È il responso di una sentenza del giudice di pace di Lecce: i condomini dell'Autogestione Duca d'Aosta hanno versato ingiustamente 23 rate di una "quota per addebito di transazione" caricate sulle fatture idriche trimestrali

LECCE - I condomini dell’Autogestione Duca D’Aosta di Lecce dovranno essere rimborsati dall’Acquedotto pugliese. È questo il responso di una sentenza del 25 giugno scorso, depositata in cancelleria due giorni fa, ed emessa dal giudice di pace del capoluogo salentino, avvocato Nicola Brunetti, in merito ad una controversia durata circa tre anni.

In buona sostanza, la sentenza impone la restituzione in favore dell'Autogestione Duca d'Aosta
delle somme versate a titolo di “quota per addebito per transazione”: infatti, dal 10 giugno 2010, Aqp s.p.a. aveva addebitato ai condomini, sulle fatture emesse trimestralmente per l'odierna fornitura idrica, una quota mensile, con la causale sopra descritta.

A loro insaputa, i condomini dell’autogestione avevano versato inconsapevolmente 23 rate, senza, tuttavia, aver mai  stipulato alcuna transazione con Aqp. L’unica transazione, invece, era stata stipulata tra Aqp e l’Istituto autonomo case popolari, che amministrava e gestiva gli immobili, ivi compresi quelli dell’Autogestione Duca d’Aosta.

Il giudice precisa ancora che qualora esistesse un credito, lo stesso andrebbe azionato nelle forme di legge e non inserendolo nella bolletta sotto la voce “quota per addebito per transazione”: secondo il giudicante, il comportamento tenuto da Aqp non solo costituisce “responsabilità contrattuale”, ma determina anche “un danno non patrimoniale e forse anche propriamente morale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Acquedotto Pugliese è stato, pertanto, condannato alla restituzione di quanto percepito per “quota per addebito di transazione”, oltre agli interessi legali a decorrere dai singoli versamenti, unitamente al risarcimento del danno non patrimoniale patito dai singoli condomini. L’Autogestione Duca d’Aosta è stata rappresentata e difesa da Giordano Bacile di Castiglione del foro di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • La collisione, la caduta e la barca che affonda. “Sentivo il risucchio dell’elica”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento