Cronaca San Donato di Lecce

Bomba carta sotto casa, nel mirino imprenditore edile

Attentato intimidatorio firmato con la polvere da sparo nella serata di ieri, poco dopo le 22, ai danni del cancello dell'abitazione di Raffaelle Rolla, imprenditore edile, di 47anni, di San Donato

carabinieri-lecce[1]-27

Il boato è stato fragoroso, i danni stimabili in circa 4mila euro. Attentato intimidatorio firmato con la polvere da sparo nella serata di ieri, poco dopo le 22, ai danni del cancello dell'abitazione di Raffaelle Rolla, imprenditore edile, 47enne, in via Capoccia al civico 16, a San Donato. L'esplosione della bomba carta, un ordigno confezionato artigianalmente con all'interno polvere da sparo, ha danneggiato il cancello scorrevole sull'angolo sinistro, proprio dove ignoti hanno posizionato il petardo di medio potenziale.

Rolla era da solo in casa. La moglie e i due figli minorenni erano usciti per fare una passeggiata tra le bancarelle per festeggiare la ricorrenza di San Donato giunta al suo secondo giorno. L'uomo, richiamato dal frastuono, si è affacciato e ha notato parte del cancello divelto. L'abitazione, che sorge alla periferia del paese in zona via vecchia Soleto, si sviluppa su due piani. L'imprenditore da circa dieci anni gestisce l'omonima ditta edile, nota nella zona e specializzata prevalentemente nella costruzione di palazzine. Interrogato dai militari della stazione di San Cesario, sotto il comando del maresciallo D'Amico, l'imprenditore ha escluso di aver mai ricevuto richieste per il pagamento del pizzo. Sul posto sono intervenuti gli artificieri del comando provinciale dei carabinieri che hanno recuperato piccoli residui dell'ordigno per essere analizzati in laboratorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba carta sotto casa, nel mirino imprenditore edile

LeccePrima è in caricamento