rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Coldiretti: “Disastro nelle campagne” / Nardò

Bomba d’acqua e violenta grandinata, strade bloccate e danni ingenti alle colture

L’ondata di maltempo che si è abbattuta nella tarda mattinata sul Salento ha colpito principalmente il centro e le zone rurali di Nardò e Copertino. Vigili del fuoco e operatori al lavoro per liberare arterie stradali e caditoie ostruite. Allagamenti anche a Lizzanello, Melendugno, Parabita e Casarano

NARDO’ – Un’ondata di maltempo, più intensa di quanto era nelle previsioni, si è abbattuta nella tarda mattinata di oggi in diverse zone del Salento, con pioggia battente e una violenta grandinata, che ha colpito in particolare alcuni centri, quali Nardò, Copertino e Meledugno letteralmente inondati poco dopo le 13 dalla perturbazione.           

L’acqua caduta copiosamente in breve tempo ha determinato l’allagamento di strade e piazze, e in alcuni casi la violenza torrenziale della pioggia ha fatto saltare diversi tombini e caditoie stradali. Diversi disagi ha causato soprattutto la grandine che ha colpito in maniera considerevole il centro di Nardò. E diversi i danni, come segnalato dal Comune e da Coldiretti, hanno interessato le coltivazioni e la campagne circostanti.

Nel centro cittadino per alcune ore è rimasta pressoché impraticabile e chiusa al traffico la centralissima via XXV Luglio, ricoperta da una abbondante coltre bianca causata dalla grandine, sino all’altezza dell’incrocio semaforico della via per Galatone.  

Insieme ai vigili del fuoco e la protezione civile intervenuti nelle zone più colpite, a Nardò sono stati attivati anche gli operatori della ditta Bianco Igiene Ambientale e della manutenzione stradale che hanno lavorato nei punti più critici della città per consentire il deflusso dell’acqua dalle caditoie, intasate dalla grandine e dalle foglie, ed eliminare le lastre ghiacciate dalle sedi stradali. 

IMG-20240529-WA0027

Nello stesso tempo si è operato per liberare strade e marciapiedi dalla coltre di grandine, che ha costituito intralcio e una seria minaccia per i pedoni, le auto e per i mezzi a due ruote. In queste ore, inoltre, si sta cercando di capire quanti e quali danni la grandine e il forte vento abbiano provocato, soprattutto sulle colture agricole. Si è trattato di un evento atmosferico di natura eccezionale e il territorio neretino è risultato il più colpito in provincia di Lecce.

“Una grandinata micidiale ha colpito la provincia di Lecce, distruggendo le coltivazioni in pieno campo, dalle zucchine alle angurie, dai pomodori alle carote, dalle cipolle alle patate fino alle melanzane e ai peperoni” conferma una nota di Coldiretti Puglia, “è un vero e proprio bollettino di guerra ed è il bilancio della violenta grandinata che si è abbattuta in campo aperto a Nardò e Copertino, con tutte le colture orticole andate perse”.

IMG-20240529-WA0019

A Melendugno la pioggia intensa ha fatto saltare un tombino nei pressi delle scuole elementari creando una suggestiva fontana d'acqua per strada. Colpite anche le marine vicine dove si è abbattuta anche lì una violenta grandinata. Numerose le richieste d'intervento a cui hanno fatto fronte i vigili del fuoco. Si sono registrati anche disagi alla circolazione stradale. Segnalazioni di fiumi d’acqua e inconvenienti legati al maltempo anche nelle zone di Lizzanello, Leverano, Parabita e Casarano dove si sono registrati allagamenti copiosi di scantinati e strade.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

IMG-20240529-WA0020

        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba d’acqua e violenta grandinata, strade bloccate e danni ingenti alle colture

LeccePrima è in caricamento