Lancia una bomba carta sull'auto del proprietario di un noto pub e fugge

Il boato avvertito intorno alle 21 in via Pappacoda, davanti al Madigans. Sul posto per le indagini i carabinieri. Movente non chiaro, ma non si esclude alcuna pista

LECCE – Erano da poco passate le 21 quando s’è udito un forte boato in via Luigi Pappacoda, nel rione San Pio di Lecce. L’effetto, dovuto a un ordigno artigianale, lanciato sul parabrezza di una Nissan Qasqhai. L’auto, di proprietà del gestore del noto pub “Madigans”. Era parcheggiata proprio davanti al locale. Il forte rumore ha ovviamente attirato l’attenzione dei tanti presenti, che si trovavano all’interno per mangiare o consumare una birra nel locale, e del  vicinato. In molti si sono riversati verso l’esterno per capire cosa stesse accadendo.

S’è così scoperto che qualche istante prima era stato lanciato un grosso petardo sull’autovettura. Il potenziale, evidentemente, non era molto elevato, perché il danno si è limitato sostanzialmente al cristallo della vettura, ma l’effetto è stato sicuramente destabilizzante. Anche perché è raro che un’intimidazione venga eseguita in un momento di punta per un locale, con il rischio di essere visti e, magari, bloccati.

Sul posto sono intervenuti, negli istanti successi, i carabinieri del Norm di Lecce per un primo sopralluogo. A quanto pare, l’attentatore è stato anche notato da qualcuno. Si tratterebbe di un soggetto che ha agito da solo, con il volto coperto, e che è scappato a piedi, facendo perdere le tracce in breve tempo. Non si esclude che avesse un complice ad attenderlo, con un’auto o uno scooter, nelle vicinanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari stanno verificando tutte le videocamere presenti in zona per cercare di fare luce su episodio che, per ora, non ha un movente chiaro. Ma è ovvio che saranno vagliate tutte le possibili piste. Di certo, un fatto molto inquietante, a poche ore dalla distruzione dolosa di diversi mezzi di una ditta a Taurisano e a breve tempo dall'arresto di tre soggetti a Lecce per presunta estorsione ai commercianti, usando anche teniche incendiarie. Ma per ora, tutto resta solo nel campo delle ipotesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento