Borsone vicino la chiesa e scatta allarme bomba. Serata da brivido a Galatina

La presenza sospetta nei pressi del sagrato della chiesa del Cuore Immacolato di Maria in via Soleto. Solo un falso allarme: all’interno vestiti e gomitoli di lana. Sul posto polizia e vigili urbani

GALATINA - Un borsone sospetto lasciato a pochi metri di distanza dal sagrato della chiesa del Cuore Immacolato di Maria, in via Soleto, a Galatina, e la serata di Halloween fa vivere momenti di apprensione e brivido. La presenza di quella borsa amaranto nei pressi di un luogo di culto ha fatto scattare l’allarme bomba, rivelatosi poi fortunatamente infondato. Il tutto si è verificato in serata quando alcuni cittadini hanno scorto quel borsone abbandonato sul marciapiede adiacente la chiesa. Da lì a poco si sarebbe dovuta svolgere anche una fiaccolata e alcuni fedeli erano radunati in preghiera all’interno della chiesa. Ovviamente scattato l’allarme sicurezza la processione è stata annullata e i presenti sono stati fatti allontanare a scopo precauzionale.

Sul posto sono intervenute le forze di polizia del commissariato locale, i carabinieri della stazione di Galatina e gli agenti della polizia locale e i volontari della protezione civile. Messo in atto il protocollo di sicurezza, le vie di accesso sono state bloccate e gli agenti delle volanti hanno contatto la questura e allertato gli artificieri della polizia di stato. Le operazioni sono state condotte con la cautela che il caso richiedeva e intorno alle 20.15 l’allarme per il presunto pacco bomba è finalmente cessato.

Gli agenti del commissariato di Galatina seguendo le direttive degli artificieri sono riusciti ad aprire il borsone e constatare che all’interno c’erano solo dei vestiti e alcuni gomitoli di lana. Sul posto per sincerarsi della situazione anche il sindaco Marcello Amante. Le indagini sono in corso per capire se si sia trattato di un banale quanto inopportuno scherzo legato alla notte delle streghe o se la borsa sia stata dimenticata o abbandonata da qualcuno.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

Torna su
LeccePrima è in caricamento