Botrugno ricorda stasera il sergente Danilo Ragusa

Una manifestazione per ricordare il sergente botrugnese morto tragicamente nel febbraio scorso, nella ricorrenza di quello che sarebbe dovuto essere il 28° compleanno: ricco il programma del memorial

Il sergente Danilo Ragusa (foto dal gruppo Addio sergente Danilo)-2
BOTRUGNO - Avrebbe dovuto compiere 28 anni quest'oggi: gli amici, i parenti ed una comunità intera non lo hanno dimenticato ed hanno deciso di ricordarlo ugualmente con un memoriale che sa di compleanno simbolico. Botrugno si stringe nel ricordo del giovane sergente, Danilo Ragusa, morto tragicamente il 18 febbraio scorso, in un incidente stradale, all'interno del centro abitato del suo paese nativo.

E il piccolo comune lo fa con il 1° Memorial dedicato al militare scomparso, che prevede un mini torneo di Tiro alla fune, il gioco tanto amato da Danilo, che per la sua forza e la sua fisicità era noto come uno degli "imbattibili" del suo paese. Nulla, insomma, nell'organizzazione della serata è stata lasciata al caso: l'appuntamento con la memoria inizierà con una celebrazione ricordo nella chiesa parrocchiale Spirito Santo e con la Santa Messa, alle ore 19.30.

Al termine, ci sarà il raduno d'Alfa Romeo, un'altra grande passione del sergente venuto a mancare, con la presenza di circa 50 auto, sia di Botrugno che di fuori paese: anche la concessionaria parteciperà portando l'ultimo modello della Giulietta e di altre autovetture molto note; alle 22 è prevista la sfilata per le vie del paese di tutte le alfa presenti. Intorno alle 23 prenderà il via il torneo di tiro alla fune. Nel corso della serata, è prevista la trasmissione di un piccolo cortometraggio a lui dedicato, con foto e video che descriveranno la sua vita.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al sergente Ragusa, inoltre, nel mese di marzo, è stata intitolata la Task Force "Genio" di Haiti, con un riconoscimento postumo al militare in una cerimonia alla presenza del cappellano militare, don Marco Bresciani, di una rappresentanza della Protezione Civile e dei suoi compagni del 2° reggimento Genio Guastatori di Trento. Ragusa era in servizio presso il reggimento dal 2002, prima come Vfp e poi come volontario in servizio permanente, conseguendo recentemente il grado di Sergente, prima della tragica scomparsa. Botrugno non l'ha dimenticato: e una comunità intera sembra non voler assolutamente cancellare il ricordo di chi con un soprannome divertente gli amici chiamavano "Bullone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento