Cronaca

BOTRUGNO: SI TUTELANO GLI ALBERI MONUMENTALI

Iniziativa dell'amministrazione comunale, su proposta del consigliere Vergari e in ossequio alla Legge Regionale sulla tutela paesaggistica degli alberi

Cartello del municipio Botrugno

Tutela e valorizzazione degli alberi monumentali al centro di un'iniziativa dell'amministrazione comunale di Botrugno, su proposta del capogruppo di maggioranza con delega all'agricoltura, Francesco Vergari: oltre al recupero e alla valorizzazione dei beni artistici ed architettonici, dunque, si avvia una vera e propria attività di monitoraggio degli alberi monumentali botrugnesi, con una dettagliata catalogazione per la quale si è dato incarico all'arch. Rossano Ruggeri. La convinzione dell'amministrazione tutta è quella che anche le presenze arboree aggiungano lustro e valore al comune, oltre ai monumenti noti come le varie chiese ed il Palazzo Marchesale.

"L'intento che sta dietro all'iniziativa - afferma il consigliere Vergari - è quello di censire gli alberi che presentino caratteristiche tali da renderli meritevoli di cura e attenzione al fine di proteggerli e di salvarli dal processo di antropizzazione e dal rischio degrado". Tra le presenze arboree da salvaguardare alcuni esempi sono gli alberi di olivo nella località "Paduli", il viale dei pini nella località "Santu Scianni", i cipressi nel Cimitero comunale, la maestosa quercia in località "Sabbatina". "La rilevazione fotografica- prosegue Vergari -, il tipo di pianta, lo stato di conservazione, l'ubicazione con Foglio e Particella, l'età approssimativa, oltre che arricchire la conoscenza del nostro territorio, consentiranno la conservazione e la valorizzazione, in un patto generazionale che vede anziani e giovani impegnati nella salvaguardia delle nostre eccezionali bellezze naturalistiche".

Il tutto naturalmente in ossequio alla Legge Regionale n. 14 del 4/06/2007 che in tema di "Tutela paesaggistica degli alberi" prevede l'istituzione di un albo regionale degli "alberi monumentali", in cui iscrivere gli alberi di qualsiasi essenza, anche isolati, che, per le loro caratteristiche di monumentalità, costituiscono elemento caratteristico del paesaggio, nonché quelli che rivestano importanza storica e culturale. All'iscrizione provvede, quindi, l'assessorato regionale. L'inserimento di esemplari nell'albo degli "Alberi monumentali" viene individuato da apposite tabelle di competenza della Regione, in collaborazione con la Provincia. L'iscrizione all'albo comporta che ogni danno arrecato agli alberi monumentali è severamente vietato; le deroghe all'espianto e al taglio degli stessi sono ammesse solo in caso di gravi danni da eventi naturali. Un modo in più, dunque, per tutelare i tesori naturali del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BOTRUGNO: SI TUTELANO GLI ALBERI MONUMENTALI

LeccePrima è in caricamento