Botta e risposta sulle tasse ad Uggiano La Chiesa

Le sezioni cittadine Ds e Margherita accusano gli aumenti di alcuni servizi e criticano l'amministrazione. Il sindaco Licci replica: "Facciamo i conti con 48mila euro di fondi statali in meno"

Il sindaco, Luigi Licci, in primo piano
Le sezioni cittadine dei Democratici di sinistra e della Margherita del comune di Uggiano la Chiesa e di Casamassella attaccano l'amministrazione, guidata da Luigi Licci, denunciandone "l'ennesima stangata". Con un comunicato, le sezioni dichiarano che "dopo la denuncia del gruppo consigliare Uggiano Cambia, l'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Licci applica nuove tasse con metodi vecchi". Dito puntato su alcuni aumenti che sarebbero stati applicati negli ultimi tempi dalla giunta comunale. Gli aumenti riguarderebbero nello specifico i costi della mensa scolastica, del trasporto scuola bus e la tassa smaltimento rifiuti solidi urbani. Ds e Margherita, per avvalorare le proprie tesi, raffrontano le cifre degli aumenti della Tarsu di Uggiano con quelli di altri comuni come Cannole, Melpignano e Palmariggi, denunciando che tali risultati siano il frutto di "una cattiva gestione che sta durando da ben 9 anni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Ds e Margherita invitano, dunque, a non scaricare le responsabilità amministrative su altre istituzioni come spesso si fa in questi casi. Il primo cittadino, dottor Luigi Licci, risponde alle dure critiche delle sezioni cittadine, sottolineando che per quel che riguarda la Tarsu "è stato indispensabile aumentarla, perché è aumentato il costo dello smaltimento rifiuti solidi urbani. Purtroppo sono costi che ricadono necessariamente sui cittadini". Per quanto riguarda la mensa scolastica, Licci dichiara: "Sappiamo che tutti gli alimenti in questo periodo hanno subito un aumento, e di conseguenza anche questo servizio si è dovuto adeguare ad una situazione simile". Sul trasporto scuola bus, Licci sottolinea che "volevamo offrire un servizio più capillare sul territorio e lo stiamo offrendo, ma i servizi, per l'appunto, costano anche perché abbiamo dovuto fronteggiare il mancato trasferimento di alcuni fondi statali. In assestamento di bilancio, infatti, abbiamo dovuto tener conto del mancato trasferimento appunto di 48000 euro da parte dello Stato". Conclude il sindaco: "L'opposizione fa il suo mestiere. Ma personalmente ritengo che la nostra squadra stia governando bene. I risultati di questo buon governo si vedranno certamente a partire dai primi mesi del 2008".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento