Cronaca

Botte da orbi al mercato fra due famiglie di ambulanti

Cinque persone denunciate per rissa a Lecce. I dispetti sarebbero durati da tempo per motivi di spazi assegnati. Questa mattina si è arrivati allo scontro, in piazza Libertini, sedato dalle volanti

Scoppia la rissa fra ambulanti, e si scopre che non è fra persone qualunque, ma fra due famiglie ben distinte. Una storia di sgarbi e dispetti reciproci che probabilmente andavano avanti da tempo all'ombra del Castello di Carlo V, alle spalle del quale ogni lunedì si svolge il mercato settimanale. Ogni commerciante ha un posto assegnato dal Comune di Lecce. E le loro, di bancarelle, sono praticamente l'una di fronte all'altra. Questa mattina, intorno alle 9, l'ennesimo litigio è però sfociato in una colluttazione vera e propria, al termine della quale un 53enne è stato costretto a ricorrere alle cure mediche. Condotto presso l'ospedale "Vito Fazzi", per i medici guarirà in una quindicina di giorni. Quando gli agenti della sezione volanti hanno ricevuto la segnalazione, raggiungendo piazza Libertini, si sono trovati nel bel mezzo dell'azione ancora in corso.

Alcuni ambulanti si stavano spintonando, uno di questi è caduto anche per terra, finendo attorniato da altri. Dietro, un altro uomo ancora, con in mano un'asta di colore giallo, che forse aveva intenzione di usare per colpire. Una situazione confusa e rischiosa, considerato anche l'alto numero di persone coinvolte, e che ha obbligato la sala operativa ad inviare altri agenti. Nelle prime battute non si riusciva infatti a comprendere bene quante fossero effettivamente implicate nella rissa. Quando gli animi si sono in qualche modo sedati, sono stati individuati cinque partecipanti. Si tratta in tutti i casi di leccesi, dai 40 ai 53 anni, appartenenti a due famiglie di ambulanti. Il 53enne, in particolare, aveva la maglietta sporca di sangue e vistose ferite al volto. Per medicarlo e condurlo in ospedale è dovuta intervenire un'ambulanza del 118. Nessun'altra persona ha riportato ferite o lesioni.

I poliziotti hanno avuto però qualche difficoltà nel ricostruire l'accaduto. Bocche cucite, in mezzo agli altri ambulanti del posto, e solo alla fine, in qualche modo e sommariamente, si è compreso che la disputa era scaturita a causa di vecchie ruggini. Alla base, dissidi fra le due famiglie per motivi riguardanti gli spazi assegnati. Alle cinque persone coinvolte nella rissa la polizia ha notificato un "verbale di identificazione di persona indagata, nonché di elezione di domicilio e nomina del difensore di fiducia" per il reato di rissa. L'asta gialla è stata sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte da orbi al mercato fra due famiglie di ambulanti

LeccePrima è in caricamento