Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Botte in pieno centro, due fratelli di Bari in ospedale

Il fatto è avvenuto intorno a mezzanotte in via Cavallotti, a Lecce. I due si sarebbero incrociati con un gruppetto locale. Occhiatacce e provocazioni, poi lo scontro fisico. Le lesioni non sono gravi

volantepolizia-7

LECCE - Si potrebbe definire una storia di accento traditore, con risvolti campanilistici e affondi nel calcio. E ai due dei tre ragazzi di Spinazzola, in provincia di Bari, che intorno a mezzanotte si sono ritrovati al "Vito Fazzi" di Lecce per farsi medicare le ferite, in fin dei conti, è andata pure bene. La prognosi va da 3 a 5 giorni. Si tratta di due fratelli. Storia di botte, insomma, per fortuna senza gravi conseguenze, ma che avrebbe potuto pure degenerare. La dinamica, convulsa, è stata confermata dalla polizia, anche se il numero iniziale di "venti persone" che s'era diffuso nel corso della notte, quando era rimbalzata una prima versione della notizia, s'è sgonfiato: agli agenti che li hanno interrogati per avere qualche spunto investigativo hanno dichiarato che si trattava di "un gruppo di persone", tutti, presumibilmente, giovani di Lecce o comunque salentini.

Certo è che due dei tre ragazzi della provincia di Bari le hanno prese, e probabilmente erano comunque in minoranza. La rissa, o meglio, l'aggressione, secondo quanto denunciato dai fratelli, è nata dopo un primo "contatto" avvenuto in pieno centro, tra via Costa e via Battisti. Poi, giù calci e pugni per qualche interminabile minuto, una situazione che ha richiesto l'invio di volanti di polizia e persino di un'ambulanza in via Felice Cavallotti, dov'è avvenuto il secondo "contatto". Sempre in pieno centro, questa volta a pochi passi dall'ingresso principale della villa comunale.


Protagonisti, loro malgrado, si diceva, tre giovani del barese, due dei quali hanno avuto necessità di farsi vedere al pronto soccorso. Ad avere la peggio, due fratelli, D.L, 19enne, e P.L., 23enne. Si trovavano a Lecce in visita, come molti in questi giorni. Ma il loro accento piuttosto spiccato deve aver messo in guardia un gruppetto locale che a sua volta si aggirava per le vie di Lecce. Come si diceva, si sarebbero incrociati una prima volta, e magari sentendo la parlata con accento smaccatamente barese, sarebbero partite le prime occhiatacce, con tanto di provocazioni. Poi i due gruppi si sono incrociati in una seconda occasione, qualche minuto più tardi, e da lì, il diverbio. Finito in rissa. Spintoni, calci, pugni, poi il gruppetto di aggressori salentini si sarebbe dileguato, prima dell'arrivo della polizia. Contusi per le botte prese, i due giovani sono stati condotti in ospedale per le visite di rito. Nulla di grave, già dimessi, rientrano a casa. Ora si attendono gli sviluppi. Probabilmente sarà presentata una querela di parte, una volta rientrati. E intanto, la polizia indaga in cerca degli autori materiali dell'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte in pieno centro, due fratelli di Bari in ospedale

LeccePrima è in caricamento