All’uscita della discoteca: “Urinavano sull’auto, preso a botte e parabrezza rotto”

Un 24enne residente in Umbria ferito. Ai poliziotti ha raccontato di essere stato picchiato da un gruppo di giovani nel parcheggio del Quartiere Latino. Indagini in corso

SANNICOLA – Accerchiato e preso a botte da un gruppo di ragazzi nel parcheggio della discoteca. E tutto per un rimprovero. Sembra che quei giovani avessero scambiato la sua autovettura, una Renault Captur, per una sorta di bagno pubblico. Questo, almeno, per quanto sia stato possibile ricostruire in sulla scorta della testimonianza della vittima.

Insomma, pare che quegli sconosciuti stessero facendo i loro bisogni, probabilmente smaltendo un po’ di alcool tracannato nella nottata. E si sa quanto l’alcool acuisca le sensazioni e renda aggressivi. Così, dallo scambio di battute ai fatti, è bastato poco. Il branco avrebbe iniziato a pestare il malcapitato, finito in seguito in ospedale.  

L’episodio, sul quale sono ora in corso accertamenti del commissariato di polizia di Gallipoli – e che LeccePrima pubblica in anteprima assoluta -, s’è consumato intorno alle 4,30 di notte nell’area dove sostano le autovetture di quanti affollano la discoteca Quartiere Latino di Sannicola. A farne le spese, un 24enne originario della provincia di Lecce, anche se residente a Spoleto (Perugia) che si trovava con un amico 25enne, salentino. Quest’ultimo non è stato coinvolto nell’aggressione.

Quando il 24enne avrebbe visto quei soggetti affollati attorno all’auto, si sarebbe ovviamente spazientito, ma davanti al richiamo, la replica sarebbe stata veemente, con colpi soprattutto in volto. E, lasciatolo per terra, il gruppetto – in numero da definire - si sarebbe subito dileguato a bordo di un’utilitaria. Non senza un ultimo “ricordo”: il parabrezza della Captur infranto.

Il 24enne spoletino è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, a Gallipoli, dov’è stato visitato e dimesso con una prognosi di sette giorni. Nelle prossime ore dovrebbe essere presentata formale denuncia. I poliziotti del commissariato, comunque, hanno già avviato le prime ricostruzioni e sono in attesa di eventuali, nuovi elementi. Non vi sono, però, videocamere su cui fare affidamento nel parcheggio.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento