Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Guardie zoofile scovano bracconiere con richiamo acustico illegale: denunciato

Un uomo di Leverano, nel corso della domenica appena trascorsa, è stato sorpreso dal nucleo di guardie zoofile dell'Aeop di Nardò con un richiamo acustico illegale nelle campagne intorno a Porto Cesareo. Condotto presso la caserma dei carabineiri, è stato denunciato a piede libero

PORTO CESAREO – Controllo serrato nelle campagne, laddove si svolgono battute di caccia, per contrastare il bracconaggio. Un uomo di Leverano, G.F., nel corso della domenica appena trascorsa, è stato sorpreso dal nucleo di guardie zoofile dell'Aeop di Nardò con un richiamo acustico illegale, pienamente in funzione al momento della scoperta. La strumentazione serve per attirare e, ovviamente abbattere, la selvaggina.

Le guardie dell’Associazione europea di operatori di polizia hanno scoperto l’uomo nelle campagne tra Porto Cesareo e Nardò. Diversi i capi di selvaggina già abbattuti, in particolare tordi. L'uomo è stato accompagnato presso il comando stazione dei carabinieri di Porto Cesareo. I militari hanno proceduto al sequestro di un fucile calibro 12, delle cartucce, del richiamo illegale e delal selvaggina abbattuta.

Il leveranese è stato denunciato a piede libero presso la Procura della Repubblica di Lecce. Su disposizione del pm di turno i volatili sono stati donati al Cram di Torre Lapillo, sulla via per Boncore, casa del fanciullo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardie zoofile scovano bracconiere con richiamo acustico illegale: denunciato

LeccePrima è in caricamento