Cronaca Martignano

Bufera sul parco eolico: chiuso cantiere a Martignano

I carabinieri del Noe hanno sequestrato l'impianto in fase di realizzazione e denunciato la ditta appaltatrice: non sarebbero rispettate le distanze dal centro e mancherebbe lo studio anemologico

Venti di tempesta sul parco eolico di Martignano. Ieri pomeriggio i carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico di Lecce) sono intervenuti nella zona all'interno del comprensorio martignanese, insieme ai colleghi della stazione di Calimera, per mettere sotto sequestro il cantiere.

Diversi i motivi alla base del provvedimento: innanzitutto, non sarebbero rispettate le distanze fra il parco ed il centro abitato, in secondo luogo, non esiste mancanza sul sito uno studio anemologico del sito, ovvero la certificazione necessaria per valutare la frequenza del vento in relazione alla intensità e quindi alla reale capacità di produrre energia.

In entrambi i casi, quindi, vi sarebbe difformità rispetto alle linee guida tracciate riportate Regione in merito ai parametri di valutazione sull'impatto ambientale per la realizzazione di impianti eolici sul territorio. Proprio per questo motivo, in base alle normative speciali che regolano la materia, i carabinieri hanno denunciato all'autorità giudiziaria i responsabili della ditta appaltatrice dei lavori, che ha sede a Milano. Sono attualmente in corso nuovi accertamenti su possibili altri illeciti e su altre persone che, a vari livelli, hanno svolto un ruolo nella realizzazione dell'opera.


Sono comunque in corso ulteriori accertamenti finalizzati a riscontrare ulteriori illeciti, nonché ad accertare la posizione di altre persone che, a vari livelli, sono intervenute nelle dinamiche per la realizzazione del parco eolico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera sul parco eolico: chiuso cantiere a Martignano

LeccePrima è in caricamento