Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Nardò

La lite degenera in accoltellamento: scappa, ma viene rintracciato

E' successo a Nardò, nei pressi di "Pianeta Cinema". Ferito un 33enne nigeriano, trasportato in ospedale a Gallipoli. Scovato nel centro storico un 30enne del Burkina Faso

Foto di repertorio.

NARDO’ – La lite è degenerata quando è spuntato un coltello. A farne le spese è stato un 33enne nigeriano. Colpito da un fendente a una gamba, è stato trasportato in codice rosso presso l’ospedale “Sacro Cuore” di Gallipoli dai sanitari del 118. Le sue condizioni non dovrebbero essere particolarmente gravi, ma se l’è vista brutta. Il timore, in questi casi, è che possa essere rimasta recisa l’arteria femorale. Il che potrebbe provocare una morte per dissanguamento in poco tempo, in assenza di un intervento immediato. Il presunto responsabile è stato scovato poco dopo dalla polizia. Si tratta di un 30enne del Burkina Faso.

Tutto è avvenuto intorno alle 20,30 in una zona di campagna nei pressi del multisala “Pianeta Cinema”. In quel punto, lungo via XX Settembre e nei dintorni, una zona ben distante dalla città, vi sono anche diverse strutture in disuso. La lite, i cui motivi non sono affatto chiari, è scoppiata in una masseria in stato d’abbandono dove, a quanto pare (ma sono notizie al momento frammentarie) trovano rifugio diversi cittadini extracomunitari che vivono alla giornata, di espedienti. Un dramma, dunque, divampato in un contesto difficile e di degrado, quello di questa sera. Dunque, vi sarebbero anche diversi testimoni.

Sul posto, per le indagini, sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato di Nardò che hanno avviato subito le ricostruzioni e le ricerche del possibile autore, avendo già in mano un quadro preciso della situazione. Il giovane burkinabé è stato scovato dopo varie ricerche nel centro storico di Nardò. Subito dopo l’accoltellamento, è scappato, anche se non è ancora chiaro bene come.

Dovrà sicuramente aver usato qualche veicolo, magari essere stato accompagnato da altri. Il luogo in cui si è consumato l’episodio, infatti, dista qualche chilometro da Nardò. I poliziotti, diretti dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì, l’hanno condotto presso il commissariato, dove si trova in stato di fermo. Si sta ricostruendo tutto il fatto anche tramite interpreti. Probabilmente in mattinata si avrà un quadro più chiaro della vicenda.        

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lite degenera in accoltellamento: scappa, ma viene rintracciato

LeccePrima è in caricamento