Cadono le accuse nei confronti della psicologa, archiviato il procedimento

Si è chiusa la vicenda giudiziaria della psicologa della Asl, indagata per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice

LECCE – Si è conclusa con l’archiviazione del procedimento la vicenda giudiziaria che ha visto come protagonista una psicologa in servizio presso la Asl di Lecce, indagata per il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice.

A dare avvio alla delicata vicenda la contesa fra una coppia di genitori separati del loro figlio minore, che il Tribunale di Lecce ha affidato alla madre, affidando al consultorio familiare di Casarano il compito di predisporre il calendario degli incontri settimanali con il padre. L’uomo, ritenendo che la struttura sanitaria stesse intenzionalmente eludendo le richieste del giudice, ha sporto denuncia nei confronti della dottoressa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, al termine dell’udienza in camera di consiglio, ha accolto le motivazioni fornite dalla professionista nel corso dell’interrogatorio reso alla presenza del proprio difensore di fiducia, l’avvocato Nicola De Donno, e ha disposto l’archiviazione definitiva del procedimento ritenendo l’accusa del tutto priva di fondamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

  • Rave nelle campagne, musica sparata per ore: sgomberati in circa 300

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento