menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Per il terzo giorno consecutivo segnalati calcinacci in caduta da un ponte

Questa mattina la richiesta d'intervento è giunta dalla statale 274, all'altezza del primo svincolo per Castrignano del Capo

CASTRIGNANO DEL CAPO – Terzo episodio di fila di calcinacci caduti da un ponte. Questa mattina, poco prima delle 7, la segnalazione è giunta dalla strada statale 274 che collega Gallipoli a Santa Maria di Leuca. Sotto il faro dei vigili del fuoco e dell’Anas è finito, in questo caso, il cavalcavia all’altezza della prima uscita per Castrignano del Capo, per un piccolo cedimento nella parte che volge in direzione di Leuca. Sul posto, il comando di viale Grassi ha smistato una squadra dal distaccamento di Tricase dei pompieri.

I controlli si sono svolti con il personale tecnico dell’Anas e sul posto sono arrivati anche i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Tricase per dirigere il trafficco. A parte qualche pezzo d’intonaco che ha ceduto, nessun danno strutturale. L’intervento di verifica e pulizia dl manto è durato circa mezzora. L’aspetto particolare, però, come detto, è che si tratta del terzo caso consecutiva di segnalazioni simili.

Il giorno precedente, all’altezza di Melpignano, sulla strada statale 16, quello prima ancora, sulla stessa arteria, ma verso San Donato di Lecce. Sempre sulla 16, verso fine novembre, si era verificato un caso analogo all’altezza degli svincoli per Melpignano e Corigliano d’Otranto.  Tutti fenomeno ricollegabili, in un certo qual modo, non solo alla vetustà di alcune infrastrutture, ma anche alla forze degli elementi, in particolare alle piogge continue che si stanno abbattendo sul Salento.   

De Lorenzis: "Occorre uno screening accurato"

“L’elenco richiesto dal ministero dei Trasporti mesi fa è tutt’altro che inutile: è il presupposto per poter compiere scelte consapevoli in un ambito, quello delle infrastrutture, fondamentale per il nostro Paese. Uno screening accurato e aggiornato costantemente è una pratica virtuosa, finora inesistente, per avere sempre sottomano un quadro conoscitivo della situazione infrastrutturale”, commenta Diego De Lorenzis, vicepresidente della CommissionetTrasporti e deputato del M5s, riguardo i crolli che hanno riguardato due ponti sulla Lecce-Maglie. Cui si aggiunge il caso odierno.

“Una fotografia dell’esistente è indispensabile sia per fare un elenco delle priorità, sia per comprendere l’entità delle risorse da destinare, ed è assolutamente propedeutica a qualsiasi intervento – prosegue De Lorenzis – altrimenti, come accaduto finora, saremmo costretti a intervenire alla cieca. Prova dell’utilità di questa pratica è proprio la gestione dei cedimenti, avvenuti in questi giorni, su due cavalcavia della provincia: sappiamo già che non c’è alcun pericolo di crollo per grave danno strutturale ma è necessaria la manutenzione ordinaria, che consente anche l’allungamento della vita utile di queste opere, invece di intervenire in emergenza con adeguamenti straordinari spesso troppo tardivi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento