Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Calci e pugni al padre, poi gli lancia una pietra e tenta di bruciargli l'auto

Arrestato un 27enne a Melissano. Ha anche minacciato il genitore con una spranga. Provvidenziale l'arrivo dei carabinieri

MELISSANO – Prima prende a botte il padre, minacciandolo persino con una spranga di ferro. Poi, afferrata una tanica contenente gasolio, ha cosparso di liquido infiammabile l’autovettura del genitore, con l’intento di darle fuoco. Solo con l’intervento dei carabinieri della stazione locale, si è evitato il peggio. E per Stefano D’Amilo, 27enne, sono scattate le manette.

Momenti di terrore puri, quelli di ieri sera, a Melissano, dove D’Amilio – che ora risponde di maltrattamenti in famiglia aggravati e tentato incendio – per futili motivi ha dato in escandecenza in casa, colpendo con calci e pugni il padre, 59enne, arrivando poi a minacciarlo con un bastone di ferro lungo 60 centimetri.

D'AMILO Stefano-2Non pago, ha anche tentato di colpirlo con una pietra, per poi afferrare una tanica in plastica e ricoprire di gasolio la Ford Fiesta del padre. E l’avrebbe forse davvero incendiata, se nel frattempo non fossero arrivati i militari, che l’hanno fermato. Durante il sopralluogo sono stati sequestrati bastone, pietra e tanica. Il 59enne, visitato presso la guardia medica, ha riportato lesioni alla testa, fortunatamente guaribili in pochi giorni. Il 27enne, invece, è stato condotto presso la casa circondariale di lecce, su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni al padre, poi gli lancia una pietra e tenta di bruciargli l'auto

LeccePrima è in caricamento