Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Calci e pugni alla moglie, i militari irrompono tra le urla: arrestato

Un uomo di Ugento in manette per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. L’intervento nella notte

Foto di repertorio

UGENTO – Oltre ai maltrattamenti in famiglia, dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. G.S., un 51enne di Ugento (le iniziali per tutelare le vittime), è stato infatti fermato la scorsa notte, dai carabinieri della stazione locale. Tutto è cominciato poco prima della mezzanotte, quando i militari dell’Arma sono intervenuti presso la sua stessa abitazione.

Lo hanno sorpreso mentre sferrava calci e pugni alla propria moglie, peraltro davanti al figlio minorenne. E non è tutto. Nonostante ci fossero le forze dell’ordine, non ha risparmiato insulti e ingiurie neppure a loro. Su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce,  è stato fermato e accompagnato presso il carcere di Borgo San Nicola, a Lecce.

Ulteriori indagini saranno eseguite dagli inquirenti, per chiarire se altri episodi simili siano sfociati in passate violenza domestiche. La malcapitata, infatti, è stata ascoltata immediatamente dopo l’arresto, per raccogliere elementi utili alla ricostruzione della condotta del 51enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni alla moglie, i militari irrompono tra le urla: arrestato

LeccePrima è in caricamento