rotate-mobile
Cronaca

Calci, pugni e stalking, ma le accuse non reggono: assolto l'ex fidanzato

Il verdetto emesso nei giorni scorsi dal tribunale di Lecce ha riguardato un 47enne leccese, al quale venivano attribuite responsabilità per episodi avvenuti tra il gennaio e l'aprile 2019

LECCE - Calci, pugni e la costrizione di stare seduta per ore senza neppure la possibilità di parlare o di bere. Erano queste le accuse mosse a E.M., un 47ene leccese, nel processo in cui rispondeva di stalking e lesioni nei riguardi della donna con cui aveva avuto una breve relazione sentimentale.

“Dove credi di andare, prendo il telefono e so io chi chiamare, non ti faccio arrivare nemmeno al semaforo”: si sarebbe rivolto così alla malcapitata che in più circostanze avrebbe minacciato di far sparire dalla faccia della terra senza che nessuno se ne accorgesse, se fosse andata via.

Ma il processo ha raccontato un’altra verità tanto che la giudice della prima sezione penale del tribunale di Lecce Annalisa De Benedictis, chiamata a valutare gli episodi avvenuti tra il 20 gennaio e il 28 aprile del 2019,  ha assolto l’uomo “perché il fatto non sussiste” dal primo reato, e “perché il fatto non costituisce reato” dal secondo.

Durante il processo che è terminato nei giorni scorsi, la difesa dell’imputato, rappresentata dall’avvocato Giuseppe De Luca, ha cercato di smontare gli addebiti, in ragione del rapporto conflittuale tra i due, e ritenendo fossero assenti i presupposti  fondamentali a configurare il reato di atti persecutori (anche in considerazione della breve durata della relazione sentimentale).

Ma per sapere di più sulle ragioni dell’assoluzione, bisognerà attendere i prossimi giorni, quando la giudice depositerà le motivazioni del dispositivo.

La donna era parte civile al processo con l'avvocata Anna Maria Ciardo.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci, pugni e stalking, ma le accuse non reggono: assolto l'ex fidanzato

LeccePrima è in caricamento