Cronaca

Società di consulenza: "Eravamo interessati all'acquisto del Lecce"

La Proto Organization, società di consulenza e servizi, smentisce categoricamente alcune indiscrezioni di stampa su presunte implicazioni nella vicenda calcioscommesse: "Eravamo interessati all'acquisto della società calcistica"

Il settore poltronissime dello stadio di Via del Mare

LECCE - "Confermo di avere incontrato in diverse occasioni l'anno scorso il dottor Pierandrea Semeraro, ex presidente del Lecce, a Milano e non a Lugano come qualcuno afferma". Sono parole di Alessandro Proto chief executive officer della Proto Organization, affidate ad una nota stampa."Gli incontri erano basati solo ed esclusivamente sulla valutazione per l'acquisto da parte nostra della società calcistica. Ogni illazione, allusione o notizia fuorviante inerente una mia implicazione o degli investitori che rappresento, nella vicenda del calcio scommesse è assolutamente falsa e saranno intraprese azioni legali contro chiunque diffonda notizie non veritiere in merito" prosegue Proto che si ritiene oggetto di attacchi ingiustificati volti solo a screditare l'operato della società che rappresenta e che ha sede a Lugano, a Milano, a Barcellona, a New York, Parigi e New York.

Così, da una categorica smentita relativa alla scottante vicenda del calcioscommesse, si evince un'altra notizia: che il Lecce, almeno per una fase, è stato oggetto di valutazione da parte di un'azienda che opera a livello internazionale, fornendo servizi e consulenze finanziarie, come si legge sul portale. 

Non ci sarebbe stato solo Savino Tesoro, dunque, tra i potenziali acquirenti del sodalizio giallorosso, anche se l'imprenditore barese trapiantato nel bergamasco è stato sicuramente il più determinato. La trattativa con la famiglia Semeraro ha subito una battuta di arresto, forse definitiva, proprio nel fine settimana quando l'accordo sarebbe saltato per la non condivisione di alcune clausole: prima fra tutte quelle a garanzia dell'acquirente nel caso di penalizzione in B o di retrocessione in Lega Pro. Non si sa, a questo punto, se il passaggio di consegne sia saltato o sia stato solo congelato in attesa di tempi migliori, ma è chiaro che le complicazioni emergenti nella vicenda calcio scommesse non lasciano molto spazio al sereno.

Sarà dunque la famiglia Semeraro a iscrivere la squadra al prossimo campionato e volontà del patron sarebbe quella di confermare, seppur provvisoriamente, i dirigenti - dall'amministratore delegato, Renato Cipollini, al direttore sportivo, Carlo Osti - fino al tecnico, Serse Cosmi. In quale categoria, lo dirà la giustizia sportiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società di consulenza: "Eravamo interessati all'acquisto del Lecce"

LeccePrima è in caricamento