Cronaca Botrugno

"Calici di carta" a Botrugno: tra cultura e migrazione

Seconda edizione del percorso letterario, organizzato dall'associazione "Il Baco": attenzione al tema della migrazione a partire dai classici. Premio speciale a Nabil Salameh dei Radiodervish

Palazzo Marchesale di Botrugno.

BOTRUGNO - Parte questa sera a Botrugno la seconda edizione del percorso letterario "Calici di Carta", organizzato dall'associazione culturale locale "Il Baco": tema dell'appuntamento sarà "Migranti ed esploratori di cittadinanza". Partendo dalle vicissitudini raccontate nell'Iliade e nell'Odissea, verrà proposto alla cittadinanza un percorso tematico di rilettura delle storie classiche alla luce di emergenze e sfide odierne: Enea diventa uno dei tanti profughi e fuggiaschi che, non avendo più una prospettiva di vita e dignità in terra propria, partono in cerca di accoglienza; Ulisse raffigura chi, di fronte a sfide enormi e difficoltà da affrontare, trova nel sapere e nell'arguzia la soluzione capace di capovolgere avversità e soprusi.

Il metodo utilizzato per evidenziare le suggestioni sarà quello del ricorso/confronto tra due o più fonti: brani scelti della storia di Enea ed Ulisse vengono incrociati con racconti di migranti, scrittori, editori, politici e persone che, nell'odissea delle sfide quotidiane, esplorano nuovi concetti e piattaforme di convivialità e cittadinanza.

Nell'edizione del 2010, che diversi enti ed istituzioni hanno voluto patrocinare, si alterneranno numerosi personaggi del mondo culturale e politico: gli autori Mario Perrotta, Franco Cassano, Mihai Mircea Butcovan, Gianluigi Mele; la senatrice Adriana Poli Bortone, il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, il sindaco di Melpignano, Sergio Blasi, il direttore di "Nigrizia", Padre Franco Moretti, l'avvocato Paolo Maci, don Giuseppe Colavero, responsabile di Eurogiovani Agimi, gli artisti di "Tarantarte", Ippolito Chiarello, Donato De Iaco, Daniele Valdassar Tamborrino.

La rassegna partirà stasera, alle 19, presso il Palazzo Marchesale, ma si prolungherà fino al 5 febbraio prossimo: perla della rassegna, che sarà possibile seguire in diretta-streaming su www.associazioneilbaco.it, sarà la serata di sabato 19 dicembre, con la consegna a Nabil Salameh, voce e leader dei Radiodervish, del "Premio Letterario Calici di Carta", riconoscimento pensato per chi nel proprio ambito di autore, oltre che caratterizzare la produzione artistica da un raffinato stile e gusto estetico, si sforza di creare "ponti culturali" capaci di traghettare dallo scontro all'incontro tra civiltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Calici di carta" a Botrugno: tra cultura e migrazione

LeccePrima è in caricamento