Ladri "chic" vanno a fare il colpo in spyder: scatta l'inseguimento nel cuore della notte

Il tentativo di furto ai danni dell'oreficeria "Leone" di Calimera, in via Roma. Ma i tre malviventi, arrivati sul luogo a bordo di un'inusuale Fiat Barchetta, sono dovuti fuggire quando sono stati adocchiati da una pattuglia del nucleo radiomobile dei carabinieri

Una pattuglia dei carabinieri nel centro di Calimera.

CALIMERA – Di solito le bande criminali di un certo spessore che imperversano in provincia sfrecciano a bordo di Audi rubate. Veloci e potenti, l’ideale per seminare le pattuglie. Anche se non manca mai chi si accontenta di una vecchia Fiat Uno. Niente di più facile che scassinarne uno sportello.

I tre che ieri notte hanno cercato di forzare la serratura di un’oreficeria di Calimera, però, passeranno agli annali come i “ladri chic”. Loro, infatti, non si sono certo accontentati di un’auto qualunque. Loro, il tentativo di furto, sono andati a farlo in spider. Una Fiat Barchetta, per la precisione. Probabilmente rubata. E ci mancherebbe.

L’assalto, ad ogni modo, è miseramente fallito, perché tra antifurto del locale commerciale, pattuglia dei carabinieri di passaggio proprio in quegli istanti e vigilante dell’Alma Roma in arrivo, si sono sentiti, è il caso di dire, accerchiati. Alla fine sono comunque riusciti a fuggire, dopo uno spericolato inseguimento fino alle soglie della vicina Castrì.

Era l’1,35 di notte, quando è scattato l’antifurto dell’oreficeria “Leone” di via Roma, nel pieno centro del paese. Antifurto collegato con l’istituto di vigilanza privato. Una pattuglia dell’Alma Roma s’è messa subito in movimento, ma, intanto, i ladri erano già stati adocchiati da un’auto del nucleo radiomobile di Lecce. I carabinieri, nel corso di una perlustrazione di routine, hanno visto i movimenti sospetti intorno a quella saracinesca, che proprio non voleva saperne di venire giù, e così si sono avvicinati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre malviventi, però, a loro volta, avevano giustappunto notato la pattuglia dell’Arma, e si sono quindi infilati in fretta e in furia nella spyder. N’è nato un inseguimento a rotta di collo fin fuori paese, lungo la strada provinciale che conduce verso Castrì, ma la spyder ha guadagnato terreno in breve tempo ed è riuscita a perdersi nel cuore della notte. Forse imboccando qualche stradina di campagna, dopo che il guidatore deve essersi sentito sufficientemente sicuro di aver seminato gli inseguitori. Tant’è: i ladri con il gusto delle auto sportive hanno comunque dovuto fare a meno di riempire la saccoccia di monili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Emergenza coronavirus, registrati altri tre casi di positività in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento