Camionista rapinato e preso a bastonate: due condanne e un’assoluzione

Inflitte le pene nel processo abbreviato a due uomini accusati dell’episodio avvenuto l’8 marzo del 2019 nella stazione di servizio “Eni” di Galatina. La sentenza del giudice Toriello

GALATINA - Si è conclusa con due condanne e un’assoluzione la vicenda giudiziaria nata dal pestaggio di un camionista rapinato l’8 marzo del 2019 nei pressi della stazione di servizio “Eni”, sulla via che da Galatina conduce a Gallipoli. Al termine del processo discusso col rito abbreviato, il giudice Michele Toriello ha inflitto sei anni di reclusione, più 2mila euro di multa, a Mattia Panico, di 31 anni, cinque anni, più 1.800 euro di multa, a Manuel Viti, di 19, e ha assolto “per non aver commesso il fatto” Cristian Farina, di 31, tutti di Galatina. La condanna invocata dal pubblico ministero Luigi Mastroniani era di 3 anni e 4 mesi, e 1.600 euro di multa, ciascuno.

E’ ai tre uomini che, dopo un mese e mezzo dall’episodio, portarono le indagini condotte dal pm Giovanna Cannarile, con gli agenti del commissariato di Galatina.

In particolare, Panico, sceso dalla Fiat Punto, con a bordo altri due uomini, avrebbe intimato il conducente del furgone di sganciare il semirimorchio per impossessarsi della motrice e di consegnare i soldi, ai quali avrebbe rinunciato trattandosi di una decina di euro; Panico sarebbe andato via con il telefonino dell'uomo che reagì, raggiungendolo a piedi con una mazza da baseball nel tentativo di riprendersi il maltolto. La vittima pagò quel gesto a caro prezzo: disarmato sarebbe stato colpito con il bastone alla testa e in altre parti del corpo. Ad aggredirlo sarebbero stati Panico e Viti, mentre Farina sarebbe rimasto alla guida del mezzo con il quale si sarebbero dileguati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A difendere gli imputati ci hanno pensato gli avvocati Silvio Caroli, Vincenzo Del Prete, Stefano Prontera e Sara Maria Teresa Visciglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento