Camionista rapinato e preso a bastonate: due condanne e un’assoluzione

Inflitte le pene nel processo abbreviato a due uomini accusati dell’episodio avvenuto l’8 marzo del 2019 nella stazione di servizio “Eni” di Galatina. La sentenza del giudice Toriello

GALATINA - Si è conclusa con due condanne e un’assoluzione la vicenda giudiziaria nata dal pestaggio di un camionista rapinato l’8 marzo del 2019 nei pressi della stazione di servizio “Eni”, sulla via che da Galatina conduce a Gallipoli. Al termine del processo discusso col rito abbreviato, il giudice Michele Toriello ha inflitto sei anni di reclusione, più 2mila euro di multa, a Mattia Panico, di 31 anni, cinque anni, più 1.800 euro di multa, a Manuel Viti, di 19, e ha assolto “per non aver commesso il fatto” Cristian Farina, di 31, tutti di Galatina. La condanna invocata dal pubblico ministero Luigi Mastroniani era di 3 anni e 4 mesi, e 1.600 euro di multa, ciascuno.

E’ ai tre uomini che, dopo un mese e mezzo dall’episodio, portarono le indagini condotte dal pm Giovanna Cannarile, con gli agenti del commissariato di Galatina.

In particolare, Panico, sceso dalla Fiat Punto, con a bordo altri due uomini, avrebbe intimato il conducente del furgone di sganciare il semirimorchio per impossessarsi della motrice e di consegnare i soldi, ai quali avrebbe rinunciato trattandosi di una decina di euro; Panico sarebbe andato via con il telefonino dell'uomo che reagì, raggiungendolo a piedi con una mazza da baseball nel tentativo di riprendersi il maltolto. La vittima pagò quel gesto a caro prezzo: disarmato sarebbe stato colpito con il bastone alla testa e in altre parti del corpo. Ad aggredirlo sarebbero stati Panico e Viti, mentre Farina sarebbe rimasto alla guida del mezzo con il quale si sarebbero dileguati.

A difendere gli imputati ci hanno pensato gli avvocati Silvio Caroli, Vincenzo Del Prete, Stefano Prontera e Sara Maria Teresa Visciglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento