Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Emergenza truffe agli anziani: l’Arma avvia campagna di sensibilizzazione

Il comando provinciale di Lecce ha divulgato un video e un vademecum per contrastare il fenomeno dei raggiri

Foto di repertorio

LECCE – Gli anziani sempre più nel mirino dei malviventi. Ma le forze dell’ordine dichiarano guerra ai truffatori e l’Arma diffonde una campagna nazionale di prevenzione. Con tanto di vademecum. “Buongiorno signora, sono l’avvocato Tizio e chiamo dalla stazione carabinieri di…”. Ma potrebbe anche essere “Chiamo dal carcere”. O, ancora, “Telefono da un tribunale”.

Tutti espedienti utilizzati dai truffatori per raggirare le vittime. Si spacciano per legali dei figli dei malcapitati, e fingono di dover difendere i propri assistiti per incidenti appena avvenuti, assicurazioni mancanti e via dicendo. Il tutto, però, rigorosamente falso. In cambio della prestazione nei confronti dei figli delle vittime, i quali sono ovviamente ignari della truffa in atto, i malviventi chiedono somme in denaro: le pretendono per poter rimettere in libertà i fermati. Per riscuotere quelle somme si presentano a casa degli anziani attimi dopo. E se il denaro non è sufficiente, quasi sempre parte anche la richiesta di gioielli.

La vittima, solitamente, si rende conto dell’accaduto soltanto dopo, quando scopre che il proprio figlio, o figlia, non ha subito alcun sinistro stradale. E, solo a quel punto, avvisa le forze dell’ordine. Il comando provinciale dei carabinieri di Lecce, guidato dal colonnello Nicodemo Macrì, ha lanciato in queste ultime settimane un’ampia e capillare campagna di sensibilizzazione per mettere in guardia i cittadini. Tramite tutte le stazioni dell’Arma del Tacco, sono stati coinvolti gli enti e le organizzazioni più a contatto con la popolazione anziana, in primis le sezioni dell’Associazione nazionale carabinieri in congedo, i patronati, i circoli e le parrocchie. Con la collaborazione dei sacerdoti, è stata data lettura in tutte le chiese, al termine delle celebrazioni liturgiche, di una breve nota informativa.

Si tratta di una sorta di vademecum, contenente semplici, ma importanti consigli che invitano i cittadini ad adottare le cautele necessarie per non cadere nella rete dei truffatori. Già a partire dai primi giorni gennaio, i marescialli di tutte le stazioni carabinieri della provincia si sono recati agli ingressi degli uffici postali per incontrare personalmente e dare suggerimenti e consigli ai tanti utenti in fila per incassare pensioni e tredicesime. L’invito resta sempre quello di rivolgersi al numero di pronto intervento e di restare in contatto con le caserme locali per qualsiasi caso sospetto.

L’Arma ha anche divulgato un video.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza truffe agli anziani: l’Arma avvia campagna di sensibilizzazione

LeccePrima è in caricamento