Campo scuola Santa Rosa chiuso per ferie, le proteste di atleti e cittadini

Come ogni anno la struttura chiude privando i cittadini di uno dei pochi parchi e soprattutto degli impianti sportivi

LECCE – Pomeriggio d’estate, nel caldo afoso d’agosto un gruppo di podisti osserva con evidente perplessità il cancello chiuso del Campo Scuola Santa Rosa, intitolato al professor “Luigi Montefusco”, a Lecce. Un cartello spiega l’arcano: la struttura è chiusa per “ferie” fino al 21 agosto. Un copione che in realtà si ripete ogni anno, privando atleti e cittadini di uno dei pochi parchi cittadini e soprattutto degli impianti sportivi, come la pista d’atletica.

La struttura, gestita dal Comune di Lecce, è classificata come “impianto sportivo d'interesse primario” dal regolamento per la concessione in uso di impianti sportivi comunali, approvato con Delibera commissariale n. 649 del 10 aprile 1998. “L'uso dell'impianto è diretto – si legge nel regolamento approvato nel luglio 2010 – a soddisfare gli interessi generali della collettività, garantendo ampio accesso a tutti i cittadini, favorendo le attività sportive, ricreative e sociali di interesse pubblico”. Peccato, però, che proprio d’estate, quando tanti vorrebbero dedicare il maggior tempo libero all’attività fisica, o semplicemente cercare un po’ di relax passeggiando all’interno del Campo, la struttura sia chiusa, scatenando le proteste e le lamentele dei tanti appassionati per cui il Coni (come viene comunemente chiamato l’impianto) è un vero e proprio punto di riferimento. Per gli atleti, inoltre, viene meno l’utilizzo della pista d’atletica, fondamentale per gli allenamenti e la preparazione in vista degli impegni autunnali. C’è poi chi, incurante della chiusura e dei divieti, decide (a suo rischio e pericolo) di scavalcare e correre tranquillamente in pista. Ma questa è un’altra storia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le “ferie estive” sono l’ultimo anello delle problematiche legate alla struttura, che si aggiunge alla chiusura domenicale e all’ora di pranzo, due dei momenti (in teoria) di maggior afflusso. Eppure l’articolo 3 del regolamento stabilisce che il Campo osserverà il seguente orario di apertura e chiusura: da novembre a marzo dalle ore 8 alle 21.30; da aprile a ottobre dalle ore 8 alle 22; nei mesi di giugno, luglio e agosto la chiusura è posticipata alle ore 22.30. Ci si chiede allora perché non sia possibile creare, nel pieno rispetto degli orari di lavoro e delle sacrosante ferie del personale, una turnazione in grado di consentire un’apertura più efficiente. Il tutto a beneficio dei cittadini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento