Cronaca

Campobasso: "Ferilli, interrogazione pretestuosa"

Il presidente della II circoscrizione trova "pretestuoso" il testo dell'interrogazione della consigliera Ferili di Io Sud. E ironizza: "Intende forse chiedere i danni alla Prefettura o al Comune?"

Fabio Campobasso.

LECCE - Il presidente della II circoscrizione, Fabio Campobasso, trova "pretestuoso" il testo dell'interrogazione della consigliera Ferili di Io Sud, "dato del problema che fu alla base dell'interruzione dei lavori se ne parlò diffusamente nei mesi scorsi su tutta la stampa locale". Campobasso, che dice di seguire "personalmente i lavori che si svolgono nel mio quartiere, ogni giorno", sostiene che "non ci sarebbe neanche stato bisogno di sedere in Consiglio comunale per essere stati al corrente del fatto che fu l'intervento della Prefettura di Lecce ad invitare il Comune a rescindere il contratto con l'azienda Merico, in quanto su essa si addensava il sospetto di essere in odor di mafia".

"Da allora ad oggi, il tempo è trascorso sì, circa tre mesi, ma in quest'arco di tempo l'azienda in questione ha dimostrato la sua estraneità a qualsiasi coinvolgimento malavitoso, e successivamente i lavori sono ripresi, e aggiungo, già da qualche tempo", sottolinea il presidente. "Perciò - aggiunge - mi viene proprio da chiedere alla consigliera Ferilli se per caso ritenga utile chiedere un risarcimento danni alla Prefettura di Lecce per aver esercitato la sua autorità di controllo e di garanzia, o al Comune per aver fatto ciò che andava fatto".


"In ultimo, in merito all'andamento dei lavori, posso rispondere alla consigliera Ferilli che nel cantiere in questione, non solo non si procede a rilento, ma al contrario si va molto speditamente, tanto che la consegna è prevista per gennaio. Anzi - conclude -, per dovere di precisione, aggiungo che probabilmente si arriverà a marzo in considerazione di alcune varianti progettuali che andranno previste per il completamento dell'opera".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campobasso: "Ferilli, interrogazione pretestuosa"

LeccePrima è in caricamento