Cantiere Monteco di Galatina: lavoratori part-time sul piede di guerra

Fp Cgil lancia l'allarme e chiede al Comune di intervenire: "La ditta sta sostituendo i lavoratori che vanno in pensione con assunzioni full-time"

Foto di repertorio: Palazzo Orsini, sede del Comune di Galatina

GALATINA – I lavoratori part-time del comparto igiene ambientale del cantiere di Galatina sono sul piede di guerra. Lo rende noto il sindacato Fp Cgil che spiega l'origine del problema: “La ditta Monteco sta sostituendo i lavoratori che vanno in pensione con assunzioni full-time. In questo modo vengono ignorate le legittime aspettative di chi, da anni attende, un incremento orario”.

Il cantiere impiega attualmente 90 persone, di cui 22 con contratto a tempo parziale. La rivendicazione riguarda, quindi, questi ultimi lavoratori che, stando a quanto dichiara il segretario Paolo Taurino, si sono rivolti spesso al sindacato per strappare un aumento del monte ore a cui corrisponde un legittimo incremento del salario.

"E invece – scrive in una nota Taurino - questi lavoratori continuano a vivere sulla propria pelle la sostituzione di svariati colleghi, collocati in pensione, con altrettanti lavoratori full-time trasferiti da altri cantieri”.

Intanto la gara per affidare l'appalto ad un nuovo gestore, mantenendo l'attuale forza lavoro in virtù dell'applicazione della clausola sociale, va deserta.

Il personale è in allarme e Fp Cgil richiede l'intervento del Comune di Galatina: “L'amministrazione locale è silente – precisa Taurino – mentre i lavoratori minacciano azioni di protesta, con un sit-in davanti al municipio e la proclamazione dello stato di agitazione. L’attuale gestore del servizio, la Monteco srl, ha recentemente sostituito un lavoratore andato in pensione coi requisiti della Quota 100 con un giovane apprendista di primo livello. Oltre al rischio del ragazzo di perdere il posto al momento del passaggio di cantiere ad altra azienda, o al termine del periodo dell'apprendistato, si registra la beffa per i lavoratori part-time. In questa delicata fase di transizione, caratterizzato da una gara d’appalto in corso e da voci da verificare su esuberi strutturali, è assordante il silenzio del Comune di Galatina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Parte un colpo mentre pulisce l’arma: ferita la fidanzata, indagato 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento