Colto da malore la sera prima lo ritrovano morto in mare il mattino dopo

La tragedia a Capilungo, marina di Alliste. Vittima, un 80enne originario di Racale, ma residente in provincia di Venezia. La scoperta dopo aver chiamato i carabinieri

Vista di Capilungo.

ALLISTE – Colto con ogni probabilità da un malore, è caduto in acqua ed è morto, forse annegato. Ed è lì, a riva, che questa mattina è stato ritrovato Antonio Cavalera, un uomo di 80 anni originario di Racale, ma residente in provincia di Venezia. Nel Salento rientrava ogni estate per godersi il riposo nella sua villetta al mare, in località Capilungo, marina di Alliste, dove abitava da solo.

Già ieri sera, un parente, passando in zona, aveva notato il suo furgone parcheggiato sulla litoranea. Un fatto assolutamente normale, perché Cavalera aveva l’abitudine di fare il bagno di sera. Il problema è sorto questa mattina, quando lo stesso parente, transitando in zona, ha visto di nuovo il furgone fermo, nell’identica posizione della sera precedente. A quel punto, è stato ovvio il sospetto che vi fosse qualcosa di anomalo e sono stati chiamati i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Casarano.

Si è così scoperto, purtroppo, come Cavalera fosse deceduto ormai da diverse ore. Sugli scogli c’era il suo asciugamano e il furgone era rimasto aperto con dentro del pesce. Stando alla ricostruzione dei militari, l’aveva comprato la sera precedente e l’aveva pulito vicino al mare. Poi, l’aveva riposto nel veicolo ed era tornato in riva, forse per pulirsi le mani, o magari per il solito bagno, visto che indossava i boxer. Deve essere stato in quel momento che è sopraggiunto il malore che l’ha portato alla morte. La salma, su disposizione del magistrato di turno, è stata restituita alla famiglia.       

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento