Cronaca Via Lecce

Fiamma ossidrica, ma il bancomat non cede e la banda deve fuggire

E' successo a Caprarica di Lecce. Nella notte ignoti hanno tentato di svuotare la cassa esterna del Banco di Napoli lungo la via per Castrì, ma qualcosa li ha disturbati e sono stati costretti ad andarsene a mani vuote. Per le indagini si sono recati i carabinieri

Il bancomat colpito (Foto di L.C.)

CAPRARICA DI LECCE – Il colpo questa volta non è riuscito. La banda ha fatto solo danno materiale, ma lo sportello, in buona sostanza, ha resistito, ben incollato alla parete. E alla fine i malviventi hanno dovuto desistere da ulteriori tentativi e svignarsela, tanto più che con il chiasso che stavano facendo, rischiavano di attirare il vicinato e, di conseguenza, farsi sorprendere dai carabinieri.

Era da qualche tempo che mancava all’appello in provincia di Lecce un tentativo di furto di denaro contante da una banca, con la classica tecnica della fiamma ossidrica per sradicare il bancomat.

E’ successo la notte scorsa a Caprarica di Lecce, dove però la banda del buco ha fatto, è il caso di dire, un buco nell’acqua. I ladri hanno cercato di forzare lo sportello che eroga il denaro ai clienti del Banco di Napoli, ma non sono riusciti nell'impresa, nonostante avessero evidentemente gli attrezzi giusti.

La posizione, devono aver pensato, era ottimale per un “lavoro” rapido con fuga altrettanto veloce, dato che la filiale sorge in zona periferica, lungo la strada provinciale 140, meglio nota come la via per la vicina Castrì di Lecce. Qualcosa, però, deve averli disturbati, obbligandoli alla fuga a mani vuote.

Sul posto, per le indagini, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Calimera e del Norm di Lecce. I militari, questa mattina, hanno poi acquisito i filmati di videosorveglianza. Le telecamere sono ben puntate sullo sportello, oltre che sull'ingresso. Tramite i frame, i militari proveranno a risalire agli autori del tentativo di furto.       

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamma ossidrica, ma il bancomat non cede e la banda deve fuggire

LeccePrima è in caricamento