Mezza tonnellata di “erba” a Torre Chianca, 32enne patteggia 3 anni e 8 mesi

Ha chiuso il suo conto con la giustizia uno dei componenti del gruppo finito nei guai lo scorso settembre. Per i tre presunti complici, chieste condanne per più di 14 anni

LECCE - Ha patteggiato tre anni e otto mesi di reclusione per quel carico di droga (mezza tonnellata di marijuana) sequestrata il 30 settembre scorso a Torre Chianca dal valore di oltre mezzo milione di euro.

E’ la sentenza emessa oggi dal giudice Sergio Tosi nei riguardi di Arsen Xhaferi, cittadino albanese di 32 anni, che durante l’interrogatorio, dopo il suo arresto, si era assunta ogni responsabilità senza risultare però convincente per il gip (giudice per le indagini preliminari) Simona Panzera.

IMG_7245-2-2Per l’accusa, il 32enne agì con la complicità  dei fratelli Cito, Cristian, di 29 anni, Michele, di 38, di Lecce, e di Vincenzo Pulli, 40 anni, di Trepuzzi, per i quali oggi si è aperto il processo con rito abbreviato. Al termine della requisitoria, il pm Paola Guglielmi ha chiesto, per i primi due, la condanna di 5 anni e 4 mesi, e di 4 anni e 4 mesi per l’ultimo. La sentenza del giudice Tosi è attesa per il 12 marzo.

C’era il 40enne di Trepuzzi alla guida del pick up con al traino l’unità perquisita dagli agenti della squadra mobile di Lecce, nella quale erano stati stipati 500 chili di marijuana distribuiti in 385 confezioni, seguita dalla Multipla con a bordo gli altri tre indagati.

Durante le perquisizioni, inoltre, nell’auto di Pulli occultata dietro alla spalliera del sedile posteriore, gli agenti hanno trovato una pistola (Tokarev TT30) detenuta illegalmente con un proiettile. Gli imputati sono difesi dagli avvocati Cosimo Rampino, Antonio Savoia, Donata Perrone, Antonio degli Atti, Chiara Fanigliulo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento