rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Carmiano / Via San Martino

Misterioso atto intimidatorio, danno fuoco al portone di una casa

L'episodio è avvenuto nel cuore della notte a Carmiano. Al momento, non sembra che vi siano videocamere in zona, ma il fatto è chiaramente doloso. Trovati anche residui di materiale accendifuoco

CARMIANO – Tracce di cosiddetta diavolina, sostanza per innescare il fuoco, erano ancora per terra quando ci si è accorti di quanto avvenuto. Ma chi ha provato a incendiare la porta di un’abitazione a Carmiano, nel cuore della notte? Questo non si sa e, a meno di non trovare qualche testimone diretto, difficilmente si potrà sapere. Nella zona della cittadina in cui si è verificato l’episodio, infatti, non ci sono videocamere di sorveglianza e questo non aiuta certo chi dovrà occuparsi di indagare.

Tutto è accaduto intorno alle 3 di notte in via San Martino, in un’area semiperiferica, non lontana dalla strada provinciale 121. L’abitazione è di proprietà di un collaboratore scolastico 61enne del posto, persona del tutto incensurata. Qui, dunque, qualcuno s’è avvicinato con qualche tanica o bottiglia piena di liquido infiammabile, che ha versato sul portone d’ingresso dell’abitazione, il quale si affaccia direttamente sulla via, per poi usare il materiale accendifuoco, in modo da innescare le fiamme.

Il rogo è stato di breve intensità e s’è estinto da solo, non avendo evidentemente modo di attecchire meglio, tuttavia la fiammata ha provocato anche l’annerimento di vetri e muro dell’abitazione. Sul posto è stata richiesto l’intervento dei carabinieri, i quali hanno raccolto il materiale residuo e che rappresenta la prova evidente del dolo e avviato le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misterioso atto intimidatorio, danno fuoco al portone di una casa

LeccePrima è in caricamento