Cronaca

Carne di dubbia provenienza e in pessimo stato: sequestro della polizia locale

La polizia locale ancora impegnata in controlli: l'intervento in via Garibaldi ha portato anche ad una sanzione di mille e 500 euro per la titolare del negozio di alimentari

Alcune delle confezioni trovate e sequestrate.

LECCE – Quasi 90 chilogrammi di carne, presumibilmente di origine bovina, sono stati sequestrati ieri sera dalla polizia locale (di Lecce sezione amministrativa) in un negozio di alimentari etnico di via Garibaldi, nei pressi della villa comunale.

Le derrate, che erano conservate all’interno di un pozzo congelatore, sono apparse in pessime condizioni dal punto di vista igienico-sanitario, caratterizzate da macchie di sangue e frattaglie non meglio identificabili. La titolare del negozio, una donna di nazionalità nigeriana, ha dichiarato di averla acquistata nel Napoletano ma non ha saputo esibire la fattura.

Constatate le violazioni in materia di conservazioni di alimenti, gli agenti hanno elevato una sanzioni di mille e cinquecento euro. Prosegue dunque l’attività di controllo della polizia locale che, appena il giorno precedente, aveva multato la titolare di un mini market di viale Lo Re dopo aver trovato circa 150 prodotti alimentari scaduti. In un esercizio di viale Taranto, gestito da un cittadino di origine cinese, invece hanno sequestrato accendigas, stickers, palline contenenti un liquido pericoloso e giocattoli perché sprovvisti del marchio comunitario di conformità e della traduzione in italiano delle istruzioni d’uso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carne di dubbia provenienza e in pessimo stato: sequestro della polizia locale

LeccePrima è in caricamento