Cronaca

Carne e panzerotti congelati male, deferito ristoratore

Gallipoli: all'interno di un frigo a pozzetto i carabinieri hanno trovato prodotti acquistati all'origine freschi, e poi congelati con metodi ritenuti non idonei. Diversi chili di almenti sequestrati

Foto di repertorio.-154

GALLIPOLI - Ai clienti venivano serviti prodotti, spesso e volentieri, decongelati. Niente di anomalo, tanto più che nel menu era anche indicato. Il problema, però, risiedeva nel metodo di congelamento, non proprio ortodosso, e per questo i carabinieri della compagnia di Gallipoli hanno denunciato a piede libero il gestore di una delle tante attività di ristorazione locale, per cattivo stato di conservazione di prodotti alimentari.

Il controllo è stato svolto insieme ai Nas di Lecce, nell'ambito di un più vasto programma che andrà avanti fino alla fine della stagione turistica. Le truffe alimentari aumentano esponenzialmente, d'estate, così come troppo spesso si rilevano carenze sotto il profilo igienico-sanitario. Ieri sera, dunque, l'ennesimo esame a campione, che ha interessato tre ristoranti, una pizzeria e uno stabilimento balneare. Solo in un caso, comunque, i carabinieri hanno dovuto procedere con le sanzioni e la denuncia penale.

All'interno di un frigo a pozzetto, infatti, i militari hanno trovato alimenti acquistati all'origine freschi, e poi congelati con metodi ritenuti non idonei. Tali alimenti, alcuni dei quali preparati presso la stessa attività, si sarebbero presentati anche ricoperti da strati di brina e pezzi di ghiaccio, segni di evidenti di sbalzi di temperatura. In qualche caso, sono stati rilevati sintomi di bruciature da freddo. Tutti gli alimenti congelati senza il rispetto della normativa vigente erano contenuti in buste di plastica prive delle indicazioni su origine, data di scadenza o di congelazione.

Tra i prodotti congelati, anche ortaggi e petti di pollo, confezionati in grosse masse, tanto da costituire blocchi unici. Otto chili di panzerotti di patate, 2 di prodotti a base di carne, 3 di polpette di carne e 5 di ortaggi sono stati sottoposti a sequestro probatorio. Durante controlli sono state elevate contravvenzioni per circa mille euro.


Nei giorni scorsi, invece, sempre i Nas dei carabinieri di Lecce, che nel corso di alcune manifestazioni gastronomiche di fiere e feste paesane, hanno sequestrato oltre 7 quintali di alimenti vari, detenuti in cattivo stato di conservazione in stand che presentavano marcate carenze igienico-sanitarie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carne e panzerotti congelati male, deferito ristoratore

LeccePrima è in caricamento