menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite con la vicina: lancia un vaso dal balcone e prova a sfondare la porta

Denunciato a Carpignano Salentino un 56enne. Avrebbe anche preso la porta d'ingresso a calci e pugni, brandendo un bastone

CARPIGNANO SALENTINO – Fra i vicini non corre buon sangue e quando non corre buon sangue, possono volare i vasi dal balcone, in modo non proprio accidentale. Come avvenuto il 28 dicembre scorso, a Carpignano Salentino. Una vicenda per la quale c’è, ora, un denunciato alla Procura di Lecce: è C.D., 56enne, che risponde di minacce aggravate e danneggiamento.

I carabinieri della stazione di Martano l’hanno deferito oggi, dopo una segnalazione presentata dalla vicina.

Quel giorno, si era nel periodo post-natalizio, il 56enne, dopo una lite (probabilmente l’ennesima), avrebbe scagliato dal suo balcone un vaso da fiori su quello sottostante della donna, arrivando a minacciarla di morte.

Ma non è tutto. A un certo punto, sarebbe anche sceso al piano sottostante, tentando di sfondare la porta d’ingresso dell’abitazione della donna, sferrando calci e pugni, e brandendo anche un bastone, con cui avrebbe danneggiato la parete esterna.

Un arresto a Cutrofiano

Cambiando scenario e contesto, a Cutrofiano, i carabinieri della stazione locale hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale lecce nei confronti di Andrea Icaro, 38enne. L’uomo era sottoposto agli arresti domiciliari (è uno dei coinvolti nell’operazione “Contatto”, condannato di recente in abbreviato a sei anni e due mesi).

Al momento dei controlli di routine dei  carabinieri presso la sua abitazione, tra dicembre 2018 e gennaio 2019, sarebbe stato trovato in presenza di persone non autorizzate, violando in questo modo gli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento