A Casarano passa il Taranto. Prima dell'avvio, sassaiola fra tifoserie

Attimi di tensione in via Matino, quando ultras locali e ospiti hanno provato a scontrarsi. Intervento in massa delle forze dell'ordine

CASARANO – Non è iniziata nel migliore dei modi l’avventura del Casarano in serie D. Saltata la prima gara, in casa dell’Audace Cerignola (rinvio per motivi tecnici al 18 settembre, per via dell’udienza che i foggiani avranno domani presso il Tar del Lazio, circa la possibilità di un ripescaggio in C), i rossoblù hanno fatto un salto direttamente nella seconda giornata, ospitando in casa, al “Capozza”, il blasonato Taranto, affamato di rivalsa, dopo la sconfitta interna con il Brindisi.

Alla fine, l’hanno spuntata proprio gli altri rossoblù, quelli ospiti, di misura.  Per una rete a zero. In gol è andato l’ex di turno, Genchi, al 18esimo del primo tempo. Genchi che, poi, ha rimediato al 34esimo pure un’espulsione per somma di gialli. Ma, nonostante l’inferiorità numerica per oltre un tempo, il Taranto ha saputo gestire bene il vantaggio, portando a casa i tre punti.  

IMG-20190908-WA0036-2

Non ha dominato solo il palcoscenico del calcio, però, oggi, con una bella cornice di 2mila e 500 spettatori circa. Purtroppo, come si temeva (e nonostante l’accorato appello del presidente del Casarano, Giampiero Maci) è andato in scena anche il prevedibile “confronto” fra tifoserie. Carabinieri della compagnia locale, poliziotti del vicino commissariato di Taurisano e reparti mobili delle forze dell’ordine sono stati impegnati, infatti, nel dividere le opposte fazioni.

Le frange più estreme dei tifosi di casa e quelle ospiti hanno tentato di avere un “confronto” diretto prima dell’avvio della gara. In via Matino, infatti, appena arrivata la folta comitiva tarantina diretta al “Capozza”, è scattato un breve, ma intenso scambio di “vedute” a suon di sassi, volati da una parte e dell’altra. Al lancio dei casaranesi, avrebbero replicato i tarantini. Circa una cinquantina i facinorosi coinvolti, quelli locali dispersi per l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno evitato il contatto diretto. Per fortuna, nessuno è rimasto ferito. Sono in corso indagini che, in caso di identificazione dei responsabili, porteranno agli inevitabili Daspo.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

Torna su
LeccePrima è in caricamento