Cronaca

Case vacanze affollate e droga, nuovo giro di vite nella Città Bella

Ispezioni a raffica. In 18 casi violata l'ordinanza comunale sugli affitti. E ancora: 53 segnalati per stupefacenti e un arresto

I cani antidroga al lavoro con i loro conduttori.

GALLIPOLI – Sovraffollamento, atto secondo e spaccio di stupefacenti, atto ennesimo. In una Gallipoli ancora attonita per quanto avvenuto la notte precedente, quando ignoti hanno esploso cinque colpi d’arma da fuoco all’esterno della discoteca “Cave” di contrada Li Monaci, i controlli vanno avanti a suon di blitz negli appartamenti e cani antidroga. E nelle ultime ore hanno condotto a nuove sanzioni, ma anche a segnalazioni per uso di stupefacenti e persio all’arresto di un turista napoletano, Antonino Fariniello, 25enne, trovato con diverse dosi di hashish.  Quest'ultimo stava per entrare nel Parco Gondar.

Si tratta di attività che ricadono in quell’accordo sancito con Procura e Prefettura per far fronte alle criticità emerse negli ultimi anni nella Città Bella. L’estate porta un afflusso spropositato, la richiesta di abitazioni sale alle stelle, diversi appartamenti vengono invasi oltre ogni misura, violando peraltro una specifica ordinanza comunale precedente all’attuale Giunta e ancora in vigore,  ma cresce a dismisura anche la richiesta di droghe. Un affare, quest’ultimo, da svariate decine di migliaia di euro, che fa gola a molti. Probabilmente, anche alla criminalità di fuori provincia. Assicurarsi anche solo una fetta della piazza, può garantire entrate molto elevate. Ed ecco che l’attenzione si fa particolarmente alta in questo periodo.  

I finanzieri della compagnia di Gallipoli, proseguendo in un’operazione inaugurata qualche settimana addietro, ieri mattina hanno ispezionato altri ventotto appartamenti, fra Baia Verde e Lido San Giovanni. Hanno così identificato 152 giovani turisti, tra cui quattro minorenni, provenienti da ogni parte d’Italia. Per ben diciotto volte, l’ordinanza comunale di divieto di sovraffollamento è stata violata. Questa, prevede, nel caso di superamento dei parametri di densità abitativa (rapporto tra numero di inquilini e superficie abitabile), sanzioni da 25 a 500 euro per ogni inquilino in più e lo sgombero. Prossimo passo sarà anche la verifica in materia tributaria.

IMG-20160813-WA0007-2Caso curioso. Durante uno di questi controlli, quando i finanzieri hanno bussato alla porta di uno degli appartamenti, qualificandosi e invitando gli occupanti ad aprire, uno di loro, credendo forse di essere in corso un controllo antidroga, ha gettato dalla finestra laterale dell’abitazione un involucro. Ai finanzieri, però, il movimento non è sfuggito. Dentro c’era contenente circa 1 grammo di marijuana. Per il ragazzo, l’inevitabile segnalazione al prefetto per uso personale di sostanza stupefacente.

IMG-20160813-WA0003-2Con lo scorrere delle ore e passando a pomeriggio, sera, notte e prime luci dell’alba di oggi, è cambiata anche la geografia dei controlli. I finanzieri gallipolini, si sono quindi concentrati in un controllo antidroga nei pressi del Parco Gondar, dove ogni sera si svolgo attesi eventi musicali. E ancora una volta, Vale ed Erick, i due cani dal fiuto infallibile del Gruppo Lecce delle “fiamme gialle”, hanno fatto la loro parte. Antonino Fariniello, 25enne di Napoli, è stato fermato proprio su “indicazione” di uno dei pastori tedeschi. Aveva circa 40 grammi di hashish, suddivisi in diciannove dosi.

All’attività antidroga hanno partecipato una ventina di finanzieri. I quali hanno segnalato alle Prefetture competenti cinquantatré giovani trovati con più modici quantitativi di droghe, rispetto al 25enne, e quindi per puro consumo personale. In tutto, sono stati sequestrati circa 50 grammi di marijuana, 73 di hashish, 6 di cocaina, tre pasticche di ecstasy e una cinquantina di spinelli già pronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case vacanze affollate e droga, nuovo giro di vite nella Città Bella

LeccePrima è in caricamento