Caso Iskenia, De Cristofaro ascoltato dalla Finanza

Presunta speculazione: il candidato sindaco dei Socialpopolari sentito come persona informata dei fatti. Ai militari ha consegnato un memoriale con la cronologia degli eventi, ribadendo i sospetti

Questo pomeriggio, intorno alle16, Mario De Cristofaro, il candidato sindaco con i Socialpopolari e che per primo nel gennaio scorso portò alla luce quello che è stato ribattezzato il "caso Iskenia", è stato interrogato dai militari della guardia di finanza di Lecce, su delega del pubblico ministero, come persona informata dei fatti. Proprio per venire a capo della situazione, ovvero un presunto caso di speculazione edilizia di colossali proporzioni, le fiamme gialle l'11 aprile scorso varcarono le porte di Palazzo Carafa, prelevando diversi documenti.

Durante la conversazione con i finanzieri, De Cristofaro ha sostanzialmente ribadito quanto già espresso più volte ai giornalisti nelle diverse conferenze stampa da lui tenute, l'ultima delle quali ieri, mercoledì 9 maggio, consegnando questo pomeriggio anche un memoriale contenente la cronologia dei fatti, così come da lui riorganizzati e chiarendo diversi altri particolari. De Cristofaro, come risaputo, denuncia da tempo alcuni "misteri" legati alla compravendita dei terreni da parte della società anonima, con sede in Lussemburgo, che avrebbero condizionato la modifica in itinere della mappatura". E, anzi, di fronte ai militari ha chiesto che vengano interrogate come persone informate dei fatti anche l'ingegnere Luigi Del Grosso e l'assessore Angelo Tondo, che durante una recente trasmissione televisiva hanno sostenuto la tesi che lo stesso De Cristofaro dica cose inesatte su questa vicenda.

Come risaputo, secondo De Cristofaro si dovrebbe annullare la variante al Piano regolatore generale, per impedire che i terreni, ad uso agricolo ed acquistati a prezzo bassissimo, possano trasformarsi in suoli buoni per la costruzione di residence e villaggi. "Dopo l'approvazione in giunta della bozza del Documento programmatico preliminare - dichiarò nell'ultima conferenza stampa - , che di fatto preannuncia gli obiettivi del Piano urbanistico generale, la maggioranza ha convocato nel 2005 il Consiglio comunale dei bambini per rendere note le decisioni assunte in fatto di urbanistica".

"Certo, ai bambini si può dire che si costruiranno campetti di calcio, spazi verdi e quant'altro - ha detto durante la conferenza - ma quel che è certo di tutta questa faccenda restano i dati. Non parlo né di speculazioni ne di altro, ma riporto semplicemente i fatti: ci sono 2.350 ettari intorno l'anello delle tangenziali, che da agricoli cambiano per magia la loro destinazione originaria in suoli buoni per nuovi insediamenti ricettivi, quindi tonnellate di cemento che pensano di poter abbattere impunemente sulla città. A questo si aggiunge che in corso d'opera stravolgono i loro stessi programmi (riferendosi ad alcuni amministratori di Palazzo Carafa, ndr): il cimitero, per esempio, era stato localizzato nelle tavole che fanno parte integrante delle delibere adottate in giunta e in Consiglio comunale, ma all'improvviso, due mesi fa, si viene a sapere che il cimitero dovrà andare in una terza zona, che non era stata nemmeno prevista".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In Lussemburgo, come in Italia - ha ribadito nell'occasione , sono legali le società anonime. Il consiglio di amministrazione di Iskenia si conosce ma non sappiamo invece se sui 30 ettari che hanno acquistato è stato pagato ancora l'Ici al Comune di Lecce. Allora, presso l'Ufficio tributi di Lecce risulta che Iskenia ha pagato l'Ici su quei terreni? E se sì, a nome di chi sono stati versati questi tributi, dall'Iskenia direttamente dal Lussemburgo? attraverso un loro procuratore?, insomma voglio dire che se si volessero avere chiarimenti sulla questione ci sarebbero i presupposti per vederci più chiaro. Possibile che non ci abbia pensato nessuno? Invece sono capaci a trasformare con la matita 2.350 ettari di terreno agricolo in suolo edificatorio. E così esce un nuovo cimitero, diverso da quello da quello originariamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento