Cronaca

Caso "Iskenia": guardia di finanza a Palazzo Carafa

I militari hanno prelevato diversi documenti. La Procura indaga su possibili speculazioni edilizie riguardanti terreni in periferia. Qualcuno forse prevedeva che sarebbero diventati edificabili

Militari della guardia di finanza a Palazzo Carafa per acquisire documenti sul caso"Iskenia", al centro della quale vige l'anonima società lussemburghese che ha comperato terreni intorno alla periferia di Lecce.

La società ha acquistato i terreni fra via Rocco Scotellaro e via Caliò Pomponio. La Procura della Repubblica indaga per sciogliere il dubbio sollevato a gennaio da Mario De Cristofaro, candidato sindaco per i Socialpopolari, in merito ad aqcuisti che fungessero da paravento per altri interessi. A un euro e 86 al metro quadro furono acquistati i terreni nella zona di Torre Veneri, i finanzieri hanno assunto documenti dall'Ufficio urbanistica.

Il pubblico ministero Marco D'Agostino indaga sulla possibilità che qualcuno volesse comperare terreni agricoli che sarebbero stati trasformati dal Piano urbanistico in terreni edificabili. Qualcuno che poteva prevedere il cambio di destinazione di quei terreni.


Per ulteriori approfondimenti: https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=365 e https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=945

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso "Iskenia": guardia di finanza a Palazzo Carafa

LeccePrima è in caricamento