Castro commemora i due finanzieri mare caduti durante una missione

Salvatore De Rosa e Daniele Zoccola, medaglie d’oro al valor civile, morirono 18 anni or sono combattendo i trafficanti di vite umane

CASTRO – La Guardia di finanza non dimentica il sacrificio dei suoi eroi e tutta la comunità di Castro, come sempre, partecipa riconoscente. Immancabile, anche quest’anno, la solenne cerimonia per ricordare la tragica morte dei finanzieri mare Salvatore De Rosa e Daniele Zoccola, medaglie d’oro al valor civile, caduti diciotto anni or sono nello svolgimento di una pericolosa missione contro i trafficanti di vite umane.

Erano gli anni in cui gli sbarchi, di cui tanto parla oggi la politica, ma che rappresentano notoriamente un fenomeno datato, avvenivano sulle coste pugliesi e principalmente salentine con partenze dall’Albania. Ondate iniziate nel 1991, con la caduta della Repubblica popolare socialista.   

All’alba del 24 luglio del 2000 i due finanzieri erano fra coloro imbarcati su una vedetta impegnata in un’operazione di contrasto proprio a uno di questi traffici nelle acque del Canale d’Otranto. Si posero all’inseguimento di un gommone albanese dal quale erano appena sbarcate, nei pressi della grotta Zinzulusa, numerose persone. Le fasi furono concitate, nel buio. Gli scafisti albanesi, per evitare la cattura, si gettarono in acqua e, bloccando i comandi, lanciarono l’imbarcazione contro l’unità navale dei finanzieri. Nello speronamento, i due militari persero la vita. I criminali furono poi catturati, processati e condannati con sentenza definitiva per omicidio volontario.

Questa mattina, a memoria di quella tragedia, è stata deposta una corona d’alloro al monumento eretto a Castro Marina.

Alla cerimonia, culminata con gli “onori ai Caduti della Guardia di finanza”, erano presenti, oltre alle autorità locali, i genitori e i parenti più stretti dei militari, il comandante regionale della Puglia, generale Vito Augelli, il comandante provinciale di Lecce, colonnello Bruno Salsano, il comandante del Reparto operativo aeronavale di Bari, colonnello Antonello Maggiore e il sindaco di Castro, Luigi Fersini.

Dopo la cerimonia al monumento, il cappellano militare, padre Tommaso Chirizzi, ha celebrato nella chiesa di Maria Santissima Annunziata una messa in suffragio dei finanzieri De Rosa e Zoccola e di tutti i caduti in servizio delle “fiamme gialle”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento