Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Castro: in memoria dei finanzieri caduti in servizio

Ieri la commemorazione di Salvatore De Rosa e Daniele Zoccola, i due militari uccisi 7 anni fa da alcuni scafisti albanesi durante un inseguimento in mare. Inaugurato un momumento dell'artista Scupola

Salvatore De Rosa e Daniele Zoccola morirono in servizio alle 4,10 del 24 luglio del 2000. Erano due militari della Guardia di finanza del reparto mare impegnati quella notte in un'operazione a contrasto del turpe traffico di clandestini. Con la loro motovedetta attesero che gli scafisti provenienti dall'Albania scaricassero le persone trasportate lungo il Canale d'Otranto, per evitare di coinvolgere innocenti, poi si diedero all'inseguimento del potente gommone. I criminali a bordo, vistisi braccati, si gettarono in acqua, bloccando i motori e facendo in modo che i due natanti collidessero. Gli albanesi vennero successivamente arrestati e poi condannati in via definitiva per omicidio volontario. Per i due finanzieri, però, la vita si sarebbe fermata quel giorno, di fronte alle grotte della Zinzulusa.

De Rosa e Zoccola, medaglie d'oro al valor civile, sono stati commemorati ieri sera a Castro Marina, di fronte alle autorità schierate e alla presenza dei familiari che ancora ne piangono le giovani vite spezzate. Gli onori sono stati resi dal ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Paolo De Castro, accompagnato dal comandante interregionale dell'Italia meridionale della Guardia di finanza, generale Francesco Saverio Palella, dal comandante regionale Puglia generale Luciano Inguaggiato, dal comandante provinciale di Lecce della guardia di finanza, colonnello Michele Dell'Agli.


Nella zona di mare antistante la grotta "zinzulusa" sono stati schierati quattro guardacoste d'altura, classe "Bigliani" e "Corrubia", in forza al gruppo aeronavale guardia di finanza di Taranto, quattro vedette veloci ed un battello di servizio operativo del nucleo sommozzatori del reparto operativo aeronavale di Bari; una vedetta costiera, di stanza alla sezione operativa navale di Otranto si è spostata dalla grotta della Zinzulusa per posizionarsi al centro dello schieramento navale e procedere alla deposizione in mare di una corona d'alloro in memoria dei due finanzieri. I familiari delle due medaglie d'oro hanno poi scoperto il monumento ai caduti della Guardia di finanza, opera del maestro Giovanni Scupola di Specchia, raffigurante la deposizione di Cristo fra le braccia della Madonna e benedetto dall'arcivescovo di Otranto, monsignor Donato Negro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castro: in memoria dei finanzieri caduti in servizio

LeccePrima è in caricamento