Cronaca

Pranzo nuziale per oltre 6mila euro ma senza ricevuta fiscale

Un controllo un un ristorante nella marina di Castro, dove i militari hanno constatato che, al termine della cerimonia, il titolare non aveva provveduto ad emettere la ricevuta fiscale per un importo di oltre 6mila euro

 

CASTRO – Dovevano essere un bel po’ gli invitati al pranzo nuziale degli sposi, se il conto presentato dal ristoratore a fine banchetto  era di 6.635 euro. Somma che però, stando a quanto rilevato dai militari della guardia di finanza di Lecce, non sarebbe stata fatturata dal titolare agli sposi subito dopo la cerimonia.
 
I finanzieri se ne sono accorti durante un controllo presso un ristorante nella marina di Castro, dove hanno constatato che, al termine del pranzo nuziale, il titolare non aveva provveduto ad emettere la ricevuta fiscale per il corrispettivo dovuto, giustificandosi con i militari dicendo loro che la ricevuta fiscale sarebbe stata rilasciata successivamente, al momento del pagamento da parte degli sposi.
 
Ma la normativa fiscale è chiara: fattura o ricevuta vanno emesse al termine della prestazione di servizi, che generalmente coincide con il pagamento, oppure, se il pagamento avviene prima della conclusione della prestazione, la ricevuta fiscale occorre rilasciarla all’atto del pagamento.
 
Se invece, come accaduto nel caso in questione, la prestazione sia ultimata ma non viene effettuato alcun pagamento, la ricevuta fiscale deve essere rilasciata nel momento di ultimazione della prestazione, con l’indicazione di corrispettivo non pagato.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pranzo nuziale per oltre 6mila euro ma senza ricevuta fiscale

LeccePrima è in caricamento